mercoledì, settembre 19, 2007

Scevro da ogni moralismo

Che vomito questo recente moralismo sul tifoso che ha tirato il raudo alla partita della juventus...
Ma l’avete vista la maglietta che indossava [mi piacciono le ragazze che cantano si la do] e la bandana? e i capelli lunghi ma radi, che tradiscono una calvizie imminente?
C’è un mondo dietro quell'immagine, di cui nessuno ha detto nulla.
Un mondo fatto di serate in birreria, qualche amico, tinelli con le credenze pulite e la mivar accesa sui programmi idioti della TV generalista.
E' il mondo che prelude alle bestie di satana, dentro ci sta anche un lavoro come furgonista/facchino in una Ditta di consegne rapide di Orio al Serio (”La rapida bergamasca”) ed i Megadeth come sintesi filosofico/ontologica della ragione di esistere.

Non è mia intenzione parlare di una simile cazzata, ne tantomeno lo è una difesa intellettuale da grande avvocato liberale di fine ‘800; quelli che prendevano gratuitamente le difese di criminali provenienti dalla suburbia ed alla fine dell’arringa conclusiva ne chiedevano, cavalcando il darwinismo, l’assoluzione perchè vittime della società.
Forse però la cosidetta crisi della "politica" di cui tanto si parla è analizzabile anche passando per immagini come questa.

Immagini che denotano la sua incapacità di analizzare il disfacimento di questa società e le mostruosità in essa cresciute.

Dal proibizionismo popolar-interventista della destra , al finto moralismo con interventi "acchiappavoti" per il bene dei cittadini della nuova sinistra Veltroniana è tutto un inno al populismo più bieco.

In fin dei conti certe argomentazioni pronunciate dai sopracitati avvocati liberali di fine ‘800 , avevano anche un senso ed un fine piuttosto nobile;
Oggi , pronunciate dall'attuale classe politica e sopratutto dall'attuale sinistra che molti di noi han votato , puzzano solo di ipocrisia populista , in breve : sono una gran cagata.

27 Comments:

At 3:25 PM, Anonymous Francesca said...

Un post con voli pindalici interessanti, e sopratutto che si rifà esso stesso al Darwinismo.

Molto dandy trendy...molto Grillo.


Ah già Grillo :

Grillo sta raggiungendo l’invidiabile risultato di spostare un po’ di voti dal csx all’astensione, o a qualche bella lista civica dal roboante programma moralizzatore. A
h beh, proprio di questo aveva bisogno il panorama politico italiano.
Sottolineo che l’indignazione che sta alla base delle sue sparate è sacrosanta.
Poi la sua “medicina” è peggiore del male che vuole combattere.
Un po’ di tempo fa Moretti fece più e meno la stessa operazione, certo con i modi più sofisticati che gli sono propri. Si lanciò in un nobilissimo j’accuse contro i leaders del centrosinistra.

Ne vennero fuori i girotondi, questa pietra miliare nella storia d’Italia.
-
la democrazia è noiosa diceva uno che ne capiva. Noiosa, ripetitiva, elitaria, in qualche caso perfino marcia. Un popolo maturo dovrebbe capirlo e provare a rimboccarsi un po’ le maniche, magari a cominciare da se stessi.

Destiamo tutti la casta?

Ok, perchè non fare come in Puglia, dove un outsider come Vendola ha demolito tutti attraverso le primarie mandando allegramente a casa i notabili di entrambi gli schieramenti?

Le primarie sono una grande occasione, così come lo è la nascita del PD.
Speriamo che anche dall’altra parte si aggreghino.
Avremmo bisogno come il pane di una legge elettorale uninominale maggioritaria, dove la credibilità dei candidati diventi decisiva in ogni collegio.
Ci sarebbero tante buone battaglie da fare con un briciolo di serietà.
I tribuni in Italia non sono mai mancati, Grillo è solo l’ultimo.

 
At 3:29 PM, Anonymous Pau said...

Effettivamente non ci ho pensato ; più che l'azione (un vulgaris petardo come tanti ne abbiam tirati alla povera luigia)terrificante era il mondo che stava ad incorniciare il look di quel tizio del petardo...concordo con te.

Era il simbolo della moderno pressapochismo che si mette in moto.

L'analisi è presa un po' alla larga mallinza ma potrebbe portare lontano oppure impantanarsi nel nulla di fatto...il periodo l'è oscuro assai e serve ripartire dal basso.
Ricordati di Gramsci.

 
At 10:44 PM, Blogger lucapap said...

cara francesca
a spostare un po' di voti dal csx all'astensione ci ha pensato gia' il csx stesso, non ti preoccupare

 
At 10:44 AM, Anonymous cavozzi said...

Franceschina ciao cara...è tanto tempo che non ti si vede.
Due cose:
1)quoto totalmente il post di lucapap.
2) il petardista di torino era un deficiente come tanti ne esistono negli stadi, il mondo che il mallinza intravede la dietro non basta a giustificarlo.
Certo il moralismo di chi su quel mondo ci crea una carriera politica fa vomitare anche me.

Un ultima cosa vorrei dirla su quel demente di Mazza (un nome un destino) che parla di rischi di pallottole vaganti a causa di grillo.

L’omuncolo evidentemente dimentica che le “sparatorie” ci sono sempre state quando al governo c’erano tutti i suoi datori di sussidio e i suoi colleghi (compreso lui) pompavano titoli in prima pagina “contro” qualcosa, anche stupida).
Per non buttarla in politica, basta vedere i titoli della Gazzetta dello Sport, ogni santo giorno ci sono titoli violenti fatti apposta per infiammare le masse di subumani tifosi: i risultati si sono visti e si vedono tuttora, nulla e’ cambiato.
Non sono un grillista, ma mi inquieta il pensiero che non posso esprimere opinioni libere perche’ altrimenti ” qualcuno spara”.
Che razza di concetto e’? E’ brevettato? E da chi?

 
At 10:55 AM, Anonymous Manu said...

Ciao Franci....
Insomma tu critichi luca perchè in poche parole parte dal basso.
E ti chiedi ma come si fa a cominciare dal basso?
Facile a dirsi, ma cosa significa in concreto?
Non votare Veltroni alle primarie?

Per una volta mi sento l’anti-zucconi della situazione se dico che la pessima politica che ci circonda non è specchio fedele della nazione.
Anzi credo che i partiti abbiano in questo preciso momento storico una grave responsabilità sull’andamento della nazione tutta, almeno parlo per me da elettrice di sinistra.

Ha ragione Fassino che non è mandando affanculo i partiti che si risolvono i problemi, ma grillo su tante questioni ha ragione, nonostante la propensione del centro-sinistra a dare un’immagine di sè e del suo operato peggiore di quel che è in realtà.

Come tu ben sai poi , non credo che il PD sarà la panacea di tutti i mali.

Vedremo...

Del resto anche l'analisi di Luca non è sbagliata ma è troppo ricamata ....

Perchè in concreto che si fa?

Se già si è nel modus una persona corretta, civile, che aspetta solo di vivere onestamente nella propria nazione, che si fa?
Le lezioni di educazione civica al proprio vicino?

Siamo all'anticamera dell'astensione franci e che la sinistra batta un colpo!

 
At 11:00 AM, Anonymous la roby said...

ieri sera davanti al tg cercavo di spiegarlo a mia madre, spiazzata dall’anarcoide folle che vuole sovvertire le regole senza avere le basi per crearne di nuove: il problema è che parte da spunti terribilmente reali, ha esperienza di battaglie combattute nel dettaglio, nel quotidiano pratico concreto, sa di cosa parla perchè è da anni che va avanti con le sue crociate. parte con l’entusiasmo incosciente che potremmo avere noi, prende cantonate, s’incazza, si informa.
Facile etichettarlo come populista, ma non è solo questo: ed ha sotto una pressione, una spinta fremente di persone normali coi coglioni ormai sfrantecati dalla fatica di sopravvivere, di schivare le truffe più o meno istituzionalizzate, di comportarsi in maniera onesta.

Concordo con chi ha detto che per fortuna c’è il beppone in testa a tutto ’sto fermento, siamo un paese più da commedia che non da tragedia.
E concordo con il topic di luca quando dice che basta guardare in profondità , magari anche con la sua capacità teatrale, cosa sta dietro certi personaggi per capire che c'è una società sfasciata.

Ma poi condivido con la Manu, la stessa impotenza, la mancanza di strumenti per dare un giro di vite dal basso.

 
At 11:01 AM, Anonymous Ramones said...

Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

 
At 11:03 AM, Anonymous ramones said...

Dunque:
>>>>>>
Grillo ha portato avanti, con le guittate anche simpatiche che gli sono proprie, alcune lodevoli battaglie d’opinione su temi d’attualità l’ha fatto con la libertà che gli consente lo strumento utilizzato (internet), senza dover fare i conti con maggioranze ballerine, commissioni parlamentari, protocolli procedurali ecc…;
>>>>>>
non è vero, o non è vero in assoluto, che la stampa ha ignorato queste battaglie; alcuni organi di informazione, non tutti ma quelli non troppo azzerbinati, le hanno a loro volta diffuse, con i toni ed i timbri che l’editore di riferimento ed il cdr consentivano di volta in volta;
>>>>>>
è un fatto che un comico intelligente e debordante arrivi prima alla gggente, o ad alcuni, rispetto ad articoli o inchieste, è un fatto che su vicende complesse come i termovalorizzatori o l’affaire telecom è più agevole ragionare “per hysteros” che approfondire (a me per primo, eh!);
>>>>>>>
le tre proposte “politiche” di Grillo sono ragionevoli e abbastanza condivisibili, anche perchè hanno solide radici nel buon senso; sono convinto, fino a prova contraria, che un parte di esse, confuse fino a diventare illeggibili, si ritrovino spezzettate nei programmi di questo o quel partito;
>>>>>>>
in questo ha fallito clamorosamente questa classe politica (quasi tutta e senza distinzione di colore); nell’incapacità assoluta di comunicare, nell’autoreferenzialità comica (vedi Bossi che dà dell’antipolitico a Grillo), nella distanza con gli elettori;
>>>>>>>
si comincia a cambiare, avvocatina, riguardando il fare politica come una missione al servizio della comunità, fatta da gente capace selezionata dalla base, e rivedendo tutti i meccanismi di accesso al mercato del lavoro, che sono attualmente ancillari alla politica stessa;
>>>>>>>
sogghigno anch’io, Alberto, nel vedere gli intoccabili fare la bocca a culo di gallina di fronte alla piazza che li manda a quel paese chiedendo che si riducano lo stipendio o il numero delle auto blu; ma, ovviamente, non basta;
>>>>>>>
l’eventuale “discesa in campo” (ma che merda!) di Grillo equivarrebbe alla fine stessa del movimento d’opinione, che ha ragione d’essere solo se è svincolato dalle logiche partitiche;
>>>>>>
ben vengano le scrollate di Grillo se servono ad accelerare provvedimenti capaci di riavvicinare la politica alla comunità; ma se la dinamica diventa solo quella degli stracci che volano, la democrazia va morendo.

 
At 12:12 PM, Anonymous Albi said...

Orpo, si torna a parlar de ppolitica! e torna la traspa!
Ebbene dopo questa rabberciatissima analisi sociologica del mallinza e dopo la tua risposta traspa ti devo confessare che vedendo le liste dei candidati milanesi del PD, dopo tutto le promesse e premesse di Veltroni e co (Bindi e Letta) che hanno inondato le pagine estive dei giornali , ti confesso che mi sono cascate le braccia.

Perchè le persone della “Società Civile” , tanto sbandierate da Veltroni (ma non solo) nelle liste, fanno parte di quella schiera particolare di “ggente” che ha già dato prova di sè nelle ultime comunali di Milano, facendo trombare di nuovo la sinistra ( e vincere di conseguenza la Moratti).

Fino a quando noi candideremo la presunta “Elite” , che passa la vita a barcamenare la sua “angosciata” e annoiata esistenza tra la casa dei Tigullio davanti a Portofino e lo studio in Via Solferino o via Vincenzo Monti , ebbene… la sinistra rimarrà all’opposizione a Milano per i prossimi cinquant’anni… e rimanderà al Governo il popolare e populista Berlusconi.

 
At 1:24 PM, Anonymous loziodibari said...

intanto, cenno di riscontro al post di Francesca sulla puglia vendoliana.
C’è una maggiore sansazione di legalità, di coerenza, di buona volontà.
L’apparato è sempre lo stesso, i burocrati, intendo.
Ma devono stare molto più accorti. C’è spazio per altre voci, più speranza per chi vuole lavorare onestamente.
le tangenti si pagano, alla malavita come ai colletti bianchi.
Ma c’è lo spauracchio, hanno il nemico sulle loro teste.
Non credo che niki vendola possa sporcarsi più dello strettissimo necessario, di quello che la politica ti costringe a digerire.
Aggiungendoci la figura di Michele emiliano a sindaco di bai, ex pm antimafia.
Che non sta facendo i miracoli, fa anche cazzate, come dedicarsi pedissequamente a quartieri periferici che poi sono sempre feudi delle cosche e trascurare le altre zone dei poveracci che pagano i tributi.
Ma va bene così, il tempo gli darà ragione (brrr).
***
Il porto sta crescendo, si completano le infrastrutture.
Ma metter ordine nella giungla richiede un oceano di tempo e di errori.
***
Per dirla in spiccioli, poi, esiste un dialogo fra noi e le istituzioni che non si era mai visto.
De visu, on line, sui media.
***
in soldoni, dopo decenni di distanza dalle istituzioni locali, ho smesso di criticare e obiettare e mi sono messo a discutere. Per poi criticare e obiettare, ma con la speranza di essere anche ascoltato.
***
e non vedo le mafie locali con grandi sorrisi…

 
At 1:33 PM, Anonymous lalla said...

Innanzitutto ciao a tutti vi trovo in forma.
Un po' complesso commentare le molte discussioni che avete aperto.
Uno dei motivi della crisi della politica è la sua incapacità di reagire a mostri creati con una cultura di basso profilo.
Direi una non cultura.Quella percui le persone scendono in piazza solo per manifestare contro il fallimento di una squadra di calcio o per festeggiarne le vittorie. In questo come dice Moretti nel caimano Berlusconi e company hanno già vinto da anni.

Poi oggi c'è un nuovo "masaniello" o capopolo come lo definisce francesca e la politica (sopratutto a sinistra) lo guarda con snobbismo.

Questo francy temo faccia il gioco di questa destra berlusconiana.
A lui le masse a noi gli snob...e continiuamo a chiudere gli occhi.

E leggo che anche ciampi dice “Non voglio entrare nel merito della questione, dico solo che la politica si deve fare soprattutto nell’alveo delle istituzioni”.

anzitutto (vana speranza?) se ti esprimi su un argomento di attualità magari sarebbe anche carino entrare ogni tanto nel merito della questione.

par brutto?

poi, e qui mi ripeto: per quale ragione un cittadino non può fare politica al di fuori delle istituzioni? da un po’ di tempo “fuori dalle istituzioni” ha preso un significato solo negativo, sinonimo di anarco-bombarolo, brigatista.

Ma anche questa cosa è completamente astorica e reazionaria: l’istituzione è la regola, l’ordine e anche il potere costituito. Ciò che sta al di fuori non è necessariamente contro con la p38 in mano (ah questi politici preocupati dal clima di violenza del v-day), ma appunto fuori, dove uno può preservare la propria libertà di opinione e azione.
Logica ciampiana vuole che nel 68 il presidente francese avesse detto a guy debord “hei ragazzo, sei fuori dalle istituzioni”, oppure mussolini agli anarchici “eh non va bene, fate un partito e poi ne riparliamo”.

Logica questa che consegnerà comunque le masse al qualunquismo di cui parla luca nel quadretto descrittivo del topic.

 
At 1:42 PM, Anonymous Cavozzi said...

Manuela e roby io un idea ce l'avrei sul che fare:
Anzi,si dovrebbe puntare più in alto,di Grillo lanciando la campagna “ADOTTA UN PARTITO PER SALVARLO DA SE STESSO”.
Basterebbe dividere i 300.000 per gli otto partiti del centrosinistra per ocnquistarne la maggioranza in tutti e mandare a casa in successione
mastella
rutelli
fassino
mussi
Pegoraro scanio
diliberto
giordano
eleggendo persone di buon senso
per fare immediatamente una fusione ed avere finalmente
un unico grande partito veramente democratico italiano.

i ds ad esempio non sono istituzioni,
i partiti sono gli organismi sociali preposti a portare le istanze del popolo all’interno delle istituzioni.
Quando guardiamo un partito ci sembra estraneo
e le persone là dentro ci appaiono diverse.
Quando per eleggere un segretario cittadino bastano a volte 300 voti…
e un segretario regionale 2000…
Se cio mettessimo in 10.000 potremmo scippare il partito a mastella..
Per farne che cosa poi?

Oddio sto delirando devo cambiare pusher...

 
At 1:05 PM, Anonymous Simo il Toscano said...

Vedo che c'è sempre carne al fuoco nei vostri post.
E comunque, considerato che oggi mi sono svegliato con le palle girate, voglio fare un’altra tirata, stavolta verso il prestigioso presidente di Confindustria Montezemolo.

Il sempre più laccato personaggio invoca riforme strutturali, e certo!, meno burocrazia, e ci mancherebbe!, meno tasse per le imprese, ma vi pare!, meno Stato e più mercato, come no! e poi che fa? CHIEDE LA SVALUTAZIONE COMPETITIVA! Chiede alla BCE di immettere liquidità sul mercato per frenare la corsa dell’Euro!

Qualunque studentello d’economia sa che simili provvedimenti sono il non plus ultra dello statalismo, della distorsione del mercato, della logica di breve periodo.

Non v’è dubbio che svalutando l’euro, nel breve periodo, esporteremmo un po’ di più. Tuttavia vorrei ricordare che così facendo la bolletta del petrolio arriverebbe oltre le stelle; vorrei ricordare che la liquidità immessa in circolo porterebbe un ovvio aumento dell’inflazione, non solo per il rincaro dei petroli ma anche per l’aumentata offerta di moneta; vorrei ricordare anche che la BCE è stata fatta proprio per evitare le svalutazioni competitive dei governicchi balneari, che ci portarono dritti dritti alla crisi valutaria del 92; e vorrei ricordare anche l’effetto di questa crisi sul settore creditizio e sui mutui-casa, c’è gente che ancora piange.
Tutto questo chiede la ns Confindustria, tra un convegno sull’innovazione e una richiesta di destinare il “tesoretto” agli sgravi fiscali.

Ecco, questi argomenti certamente fanno meno presa delle auto-blu e dei “costi della politica”, sono cose serie e difficili, ma di queste ci sarebbe bisogno, altro che le solite sparate d’indignazione.

 
At 1:22 PM, Blogger lucapap said...

viva cavozzi e il situazionismo partitico

io prendo la tessera dell'udeur



siccome siete tutti degli schifosi vetero musicali vi faccio un regalo

http://merlinusesamantha.blogspot.com/

e mi ringrazierete
(segnalo i led zeppelin in versione ninna nanna)

 
At 5:14 PM, Anonymous il dottor m'abuse said...

azz il cavozzi ha ragione di brutto!
per il resto non ho parole, ma soprattutto non trovo i collegamenti tra tutti i commenti e il delirante topic del mallinza.
volevo solo dire, a parte grillo e lo squallore del "csx", che tutto il mondo che il mallo vede dietro all'immagine del rozzo petardomane quasilinciato è lo stesso che mi pare di vedere dietro l'immagine della linciante folla inferocita e degli stewardsneosbirri, le stesse mivar accese sugli stessi programmi negli stessi luccicaneti tinelli.... ma tutto questo c'entra col grillismo? forse sì, senz'altro sì, però anche con la vostra elite credo che c'entri qualcosa.... e va bè non so dove sto andando a parare, meno male che adesso sono le cinque e mi stanno buttando fuori dall'ufficio

 
At 5:44 PM, Blogger lucamallinza said...

Si santacraus giustappunto...intendevo che tutta quella scenetta (compresa di relativi moralismi ridicoli) è uno dei tanti specchi di tutto questo sfascio.....

- Grillo c'è l'ha inserito la traspa (ciao francy bentornata) dandomi del "molto dandy trendy..molto grillo" e tutti han seguito :-)

- Mitico cavozzi anche io mi prendo la mia quota di UDEUR da sfrattare :-)

- Liuck ultimamente li sto pure suonando i Led Zeppelin ..però dai I weather report non erano così vetero manco avessimo detto emeron lake e palmer (e so che sul distruggere questi mi appoggi)

 
At 5:47 PM, Anonymous Ramones said...

Quoto totalmente l'idea del cava....dai e poi trasformiamo la festa dell'UDEUR a Telese in una nuova Summer of love ! ci invitiamo pure Grace slike ...eddaiii

 
At 9:29 PM, Blogger lucapap said...

mallinzico
guarda che il link era in positivo e ripieno di dischi da scaricare!
che poi son vetero peggio di te io...

riguàrdatelo!
http://merlinusesamantha.blogspot.com/

 
At 1:19 PM, Blogger lucamallinza said...

si si l'ho visto liuck è pieno di musica

 
At 2:25 PM, Blogger lucapap said...

e allora beccati pure questo:

http://deb4ser.wordpress.com/

abbonati al feed rss di questi siti

chè buttano fuori dischi in continuazione

a proposito, che feed reader usate?
lo usate?

io per esempio sto per mollare blogspot perchè non permette di seguire i feed dei commenti e mi metto il blog su un server mio

 
At 8:39 PM, Anonymous PaleMMMitana said...

a questo punto aggiungerei un bel.. VAFFANCULO! :D

 
At 8:44 PM, Anonymous PaleMMMitana said...

ah dimenticavo..
non c'è stato un politico, dico uno solo.. che riflettendo su 260mila firme ha detto qualcosa sulle tre proposte, non su grillo, ma su 260mila persone che l'hanno firmata. Qualcuno che dica: "io sul primo punto, quello che dice che in parlamento non ci devono più stare persone condannate o indagati per mafia, per esempio, non sono d'accordo.. "
no, non risponde nessuno, perchè non c'è un giornalista che faccia queste domande, perchè?

 
At 9:10 PM, Blogger lucapap said...

@palemmitana

tranquilla che adesso arriva il PD a salvarci tutti con la loro altissima moralità

posso chiederti dove mangiare bene a Palermo? dove sentire musica, ecc?

tra poco mi ci trasferisco per un annetto di lavoro e mi servono dritte

ciauz

 
At 11:35 AM, Blogger lucamallinza said...

@ Palemmitana : niente di più giusto...indipendentemente da grillo per loro i cittadini sono solo sudditi , inoltre sempre indipendentemente da grillo la stampa italiana si sta mostrando sempre più un letamaio senza vergogna.

@ Lucapap : Miiii il PD allora possiamo stare tranquilli ...forza traspa facce sognà!

Ps : seguirò i tuoi consigli informatici..a palermo ti vengo a trovare sicuramente!

 
At 7:20 PM, Anonymous PaleMMMitana said...

lucapap ti trasferisci a palermo? allora mi fai conoscere quel bambino meraviglioso che baci! :D
come a palermo si mangia bene e basta :P
cmq dipende da cosa vuoi mangiare.. prima di tutto un panino ca meusa e un panino chi panelle :)
preparati lo stomaco!
cmq se hai bisogno di una mano per qualunque cosa, finchè chiaramente posso esserti d'aiuto, sono a tua disposizione.

lucamallinza.. aspetti lui per scendere a palermo.. perchè io non andavo bene? :P

 
At 9:41 PM, Blogger lucapap said...

il mio stomaco e' predisposto bene
io aspetto con ansia la ficazza

(niente di volgare rega'...)

p.s.
il pupo rimane a roma con la mamma purtroppo...

 
At 12:27 PM, Blogger lucamallinza said...

Palemmmitana quel bambino è ancora più bello dal vivo che nella foto e sopratutto è cresciuto di molto.

A Palermo per motivi teatrali devo già scendere invitato dall università di Palemmo.
Ma come sai a palemmo ci vogliono i tempi di Palemmo e sicuramente la data verrà rinviata un paio di volte prima di essere fatta (già una volta è stata rinviata)

e tra l'altro già ci sono venuto una volta con "Costretti a raccontare" (per la verità ero a cinisi) ma solo il buon freesud si è palesato da ribera!

A parte gli scherzi quando scendo con lo spettacolo vi voglio tutti in prima fila , il pani ca meusa a Luca piacerà tantissimo, io invece non mangiando più carne dovrò fare voto di castità (ma tanto h già dato ampiamente con la cucina palemmitana) nel frattempo fai un po' il culo a "Lucapap" che è rossonero et ieri i rosanero beh che lo dico a fare....

 

Posta un commento

<< Home