giovedì, maggio 03, 2007

CODA DI PAGLIA

Un’antica favola racconta che una giovane volpe cadde disgraziatamente in una tagliola; riusci’ a fuggire ma gran parte della coda rimase nella tagliola.
Si sa che la bellezza delle volpi e’ tutta nella coda, e la poveretta si vergognava di farsi vedere con quel brutto mozzicone.
Gli animali che la conoscevano ebbero pietа’ e le costruirono una coda di paglia.
Tutti mantennero il segreto tranne un galletto che disse la cosa in confidenza a qualcuno e, di confidenza in confidenza, la cosa fu saputa dai padroni dei pollai, i quali accesero un po’ di fuoco davanti ad ogni stia.
La volpe, per paura di bruciarsi la coda, evito’ di avvicinarsi alle stie.

Si dice che uno ha la coda di paglia quando ha commesso qualche birbonata ed ha paura di essere scoperto.………

Una fiaba popolare......
Giusto per commentare le dichiarazioni dei detrattori vaticani (e loro affiliati) sulle verità pronunciate da A. Rivera il primo maggio .

21 Comments:

At 7:38 PM, Blogger lucapap said...

sante verita'
sante

eppure son cose che van tenute dentro
qualcuno si offende

 
At 11:32 AM, Anonymous Ideologo Brasazio said...

DUNQUE DUNQUE DUNQUE:

300 anni fà, Voltaire invitava a “schiacciare l’ infame” (chiesa cattolica, anche se in “Candide” non era tenero neanche coi protestanti),

200 anni fà, si pensava che la scienza avrebbe risolto tutti i problemi e reso superflua la religione,

100 anni fa, Freud diceva che in futuro (grazie anche alla sua psicanalisi) la gente non sarebbe più andata in chiesa .

Come dire: prognosi piuttosto esagerate . Perchè ?

Perchè già ai tempi di Voltaire, un certo Kant aveva capito tutto: la fede è un bisogno (razionale, ma pur sempre bisogno) .

E sui bisogni c’ è sempre chi ci campa (non siamo proprio all’ oppio dei popoli, però: la faccenda è individuale, ma milioni di individui fanno una massa, e la massa, come insegna Gaber, fà massa…) .

Ultimamente però (slava Bogu, è il caso di dire), almeno nell’ occidente “sazio e disperato” (cardinal Biffi dixit) la gente ha imparato sempre meglio a gestirsi questo bisogno da sola, o in relativa autonomia .

Il cattolicesimo dice che non bisogna usare gli anticoncezionali ?
Mai norma religiosa fu più disattesa dai suoi specifici destinatari, e non è che un esempio .

Il vaticano dice peste e corna dei Dico ? Persino la “brava signora” Rosi Bindi (casta per scelta personale, e senza far propaganda della medesima) mantiene le sue posizioni “a favore” della legge così come si è elaborata .

Questo alle gerarchie ovviamente non piace .
Ma adesso il carisma, anche se di mestiere si fa il papa, bisogna meritarselo .
E questo papa, mi sà, l’ è un pò un brisa…
Per questo fà discorsi di “pochi ma buoni”…

 
At 11:37 AM, Anonymous 100%Yoda said...

infatti oltre a coda di paglia si dovrebbe introdurre il termine: clericofascisti
fascisti perche’ impongono sempre e comunque il loro pensiero con un dictat, cosi’ come i clericali che fanno altrettanto con un libro in mano,(Bibbia) sicuri di tenere Dio per le palle, e quindi di essere i veri ed unici depositari della Verita’.
Guai a contraddirli: ti scomunicano, oppure ti tagliano la capoccia.
Altro che anni 70, qui si rischia come minimo il medio evo ed i roghi inquisitori.
Ma per favore, terrorismo, un lapsus freudiano, che gli scappa di dire perche’ sono i primi ad esercitarlo il terrorismo. Questo non devi quello e’ vietato quell’altro e’ peccato mortale, e fate cosi’ e fate cola’.
Ma andassero a fanculo il Papa con tutta la sua banda di pederasti infami....

Anzi sappiate che se Andrea Rivera è un terrorista allora visto che la penso come lui sono un terrorista anche io.
Venitemi a prendere....

 
At 11:49 AM, Anonymous Ramones said...

Ho letto di tutto su questa vicenda tutta Italiana o ItAliena, che dir si voglia....
Ho letto che Rivera era in cerca di un facile plauso, ho letto che voleva farsi pubblicità, ho letto che è stato equiparato a quegli squilibrati che inviano proiettili a Bagnasco , ho letto che è un terrorista...minchia e poi ?

ragazzi miei, il punto non se rivera era in cerca del facile applauso (che poi se siamo tutti d’accordo che l’applauso è stato facile, qualcosa dovrebbe farci pensare)
e il punto non è chiaramente se la battuta faceva ridere (a me no)
né se è argomentata (quando mai le battute devono essere argomentate)
e ovviamente non c’entra nulla la credibilità, l’opportunità, la rispettabilità o tutte queste cose.
No, il punto è che un oscuro e simpatico (a me ovviamente) presentatore ha fatto una battuta di 3 minuti in televisione
e
l’osservatore romano l’ha chiamato terrorista
i giornali clericali come l’avvenire e il foglio (…) gli hanno dato del terrorista
un coglione del corriere della sera ha detto testualmente: queste sono le conseguenze se non si prendono le distanze dalle pallottole a bagnasco!!!!!!!!!!!!!!!
i politici sono andati a ruota.
Adesso, tutto ciò è chiaramente ridicolo.
E’ ridicolo quando il giornale ufficiale del vaticano commenta con tali termini uno show in televisione
E’ ridicolo quando il giornale dei vescovi si occupa di queste cose
(se ferrara è ridicolo lascio a voi giudicare)
E’ quanto mai ridicolo il commento di quel COGLIONE (che sinceramente meriterebbe di essere premiato come autore della più grossa cazzata dell’anno dai tempi della binetti quando disse che che banfi non era nel programma di governo).

Tutto ciò è ridicolo, ma ciò che è inquietante come dice LUCAPAP è che
questa gentaglia ci sta provando veramente a trasmettere l’idea
che su “certe cose” non si possano far battute (anche stupide),
che non si possa discutere, che non si possa criticare.

E questo mi fa nascere brutti pensieri.

Ragazzi, iscrivetevi all’Uaar, sentite a me,
è il momento di prendere posizione.

 
At 11:53 AM, Anonymous Manu said...

Mi piacerebbe sapere quali sono le sciocchezze deargomentate di Rivera....tanto da far dissociare i sindacati (sempre più in basso) e da far indignare quel pirla di Prodi (ma quando ti voto più???)

Forse che la chiesa non ha fatto i funerali a dittatori, delinquenti e alcuni suicidi?

Forse che la chiesa ha negato i funerali a un malato di SLA?

Forse che sul Golgota non c’erano due ladri al fianco del Nazareno?

Beh, in effetti su quest’ultimo punto abbiamo molte meno prove che sui primi due. D

eve essere questa la sciocchezza deargomentata. Me ne ricordo molte altre in occasione di referendum, leggi sulla convivenza di persone adulte e quant’altro abbia solleticato i vezzi egemonici di quei signori vestiti di rosso, quelle me le ricordo bene.

Molto comodo pontificare su temi di politica interna e mettersi al riparo da critiche e satira accusando di terrorismo chi osa levare la propria voce contro.

D’altronde un paese che dedica tre pagine di giornale a un intervento di satira fa capire senza bisogno di troppe parole qual è il livello di libertà di pensiero al suo interno.

 
At 12:01 PM, Anonymous Pau said...

Con tutto il rispetto: ma che ha detto Rivera di non vero?
Perchè Gardini si suicida e ha i funerali in chiesa?
E perchè al povero Welby vengono rifiutati?
Perchè parla di pornografia dilagante e poi difende omertosamente i suoi pedofili, senza denunciarli, magari solo trasferendoli da una chiesa all’altra?
Perchè il divorziato Berlusconi e i di lui compari Fini e Casini sono campioni della cristiantà e i pacs invece attentano ai valori cristiani?

Che chiesa è questa che non sa cos’è la tolleranza, il rispetto delle opinioni altrui e che, per difendersi dalla “crisi dei valori” non trova niente di meglio che arroccarsi in se stessa eleggendo un ultrareazionario come Pontefice?

Che messaggio dà una Chiesa che dimentica monsignor Romero e, per restare in casa nostra ed in tema con lo spettacolo di Luca :

don Peppino Diana e don Pino Puglisi?

Qualcuno ha notizie della loro beatificazione?

 
At 12:05 PM, Anonymous Francesca said...

Non per difendere i sindacati (stiamo comunque parlando di chi da dignità ai lavoratori) o per difendere Prodi.

Non credete che ci sia modo e modo di esprimere il proprio giudizio, quale che sia?

Andrea Rivera non ha avuto stile, così come l’osservatore romano ha esagerato parlando di atti terroristici.

Se in questo benedetto paese si desse a cesare quel che è di cesare e a dio quel che è di dio e ognuno seguisse la propria strada, forse vivremmo un po’ più serenamente.

 
At 12:12 PM, Anonymous Manu said...

Cara Francy (che bello risentirti)
Su una cosa posso essere dacordo,
Il problema non è quello che ha detto, ma il luogo e l’occasione. Un fatto mi pare certo: da oggi e più di prima nessuno potrà criticare pubblicamente la Chiesa Cattolica senza sapere che lo fa a suo rischio e pericolo, da kamikaze insomma.

Sulla separazione tra cesare e dio, ho poi molti dubbi.

Anche oggi pochi sfruttano di più la religione che negli USA, il massimo dell’Occidente, in tutto.

Gesù la voleva, forse per motivi contingenti, ma i suoi successori l’anno smentito in meno di tre secoli, nel 312 con Costantino.

Con san Francesco nel santificarlo (era un icona troppo forte da abbattere) per poi isolarlo e trucidando tutti i suoi "veri" discepoli con l'inquisizione (i Francescani che sono venuti dopo erano tutti filo-vaticanisti).

In generale, che la religione non possa essere criticata, in qualsiasi sede, non mi pare poi proprio accettabile....non trovi ?

 
At 12:24 PM, Anonymous Orso Bruno said...

Come becero reazionario epicureo individualista e sostenitore di Sarkozy, i post di questo blog (a cominciare dal blogmaster che cita favole per fingere o non sembrare un descamisados della curva sud tale e quale a coloro che stavano in pza San giovanni) sono una manna, hanno la stessa funzione dei programmi di Santoro e Biagi, uno appena sente queste campane argomentative gli viene la smania di sostenere gli avverasari, qualunque essi siano, a me capita quando vedo un evento sportivo con una squadra inglese, non so perchè faccio subito il tifo per l’avversario, il bello è , che m’accorgo di non essere il solo.

Ma dev’essere tipico dei tempi difficili in cui viviamo, se nella festa del primo Maggio la sinistra invece di parlare della legge Biagi che è una immonda cazzata ci annoia con i Dico e le disquisizioni teologiche, resta un fatto grave(per la sinistra),

credo non abbia ancora capito perchè perderà tutte le prossime elezioni, in Europa e da noi.

Su Rivera cmq vi dico la mia :
Rivera, forse per cotanto nome, ha parlato alla folla dei descamisados della curva sud, ha detto secondo lui, quello che la gente s’aspettava, una forma banale di ricerca benevolenza, azione non dissimile dallo sbandierare il tricolore nei teatri ai primi del novecento.
In un momdo popolato d’imbonitori, predicatori, profeti, non aggiunge nulla a questa era volgare che s’avanza....d'altronde di fronte ad uno che fa il comico in un covo di filo terroristi come il programma della Dandini....

 
At 12:30 PM, Anonymous Pau said...

Bruno , ragazzo mio,

Sapevo che i numerosi prolassi anali che ti vengono augurati nei vari blog di Kompagni in cui lanci i tuoi anatemi non avevano avuto risultato alcuno...e infatti sei ancora qui a scrivere fregnacce.

Non ho capito quel che volevi dire,
la tua retorica è veramente troppo obliqua.

Stavamo discutendo di un fatto molto preciso
la battuta del comico e la reazione del vaticano (e già questa frase dà i brividi)

E tu ci metti in mezzo sarkozy, santoro, biagi, i dico,
un altro biagi e il destino della sinistra in europa…

più che individualista epicureo mi sembri veramente
una ragazzo un po’ confuso…

Concordo in pieno, invece, sul tuo parallelismo
tra tifo per le squadre non inglesi e i destini della sinistra in europa.

Credo che ciò chiarisca perfettamente i tuoi (elementari) meccanismi mentali in tema di politica/tifo...

 
At 12:37 PM, Blogger lucapap said...

cazzo
sono d'accordo al 75% con orso bruno

mi devo preoccupare?

1.quando c'e' milan-manchester, tifo milan
2.quando c'e' liverpool-milan, tifo milan
3.e' vero che la sinistra smarrona con i DICO e evita accuratamente la Biagi
4.e' vero che la sinistra si scorda di andare al governo per un altro mezzo secolo e manco se ne rende conto
5.e' vero che Rivera era meglio come mezza punta
6. non e' vero che dalla Dandini sono filoterroristi, al massimo sono insopportabilmente tediosi

detto questo, orsobruno...
passa la canna...

p.s.
bentornata alla dorotea

 
At 5:49 PM, Blogger lucamallinza said...

Intanto dalla Dandini c'è Ascanio Celestini che non è per nulla tedioso.

Se vogliamo parlare di questa sinistra cialtrona sulla legge Biagi sono daccordo con Lucapap .

Se vogliamo parlare degli isterismi permalosi del Vaticano e dei suoi Baciapile allora è un altro discorso e sono daccordo con tutti.

Domanda : da quando un noto theo cons che vota Berlusca e adora Bush Sarko e Putin fa il difensore dei precari? oggi Bruno è diventato sindacalista?

Bruno mi sa che fai il furbeto...non ci cascare Lucapap con quel cazzaro di Bruno.

 
At 11:02 PM, Blogger lucapap said...

evidentemente (ma lo so, lo so)
mai traspare (traspa...) ironia dai miei scritti
eppure c'e', assicuro...

liuk
finito celestini io cambio senno' spacco la faccia alla dandini...
e' piu' forte di me
non lo faccio apposta

 
At 2:37 PM, Anonymous Orso Bruno said...

Sarkozy ha vinto, domani un pianto greco da parte dei kompagni del comitato centrale del blog, all’uopo ho parcheggiato in giardino un Tir di kleenex..

venghino signori venghino…

 
At 2:43 PM, Anonymous Pau said...

We Brunetto, hai preso confidenza nel venire pure qui a postare le tue fregnacce neo fasciste?

Che dirti

E’ sempre malinconico, ma educativo, notare quelli che guardano in casa altrui per tentare di fare la parte dei “vincenti” (?) in casa propria.

Sarebbe meglio essere orgogliosi e sicuri della fedeltà della propria moglie che godere del fatto che quella del vicino gli mette le corna.
Comunque, come dicevano i latini, “de gustibus”.

 
At 2:46 PM, Anonymous 100%YODA said...

Buongiorno Bloggers,

a Como festeggiamenti e caroselli in piazza per la vittoria di Sarkozy, tanto che pensavo che il MIlan avesse già distrutto il Liverpool senza che mi avvisassero.

In effetti i miei squallidi concittadini devono cercare oltralpe il brivido della competizione politica, poiché da sessant’anni l’unica incertezza è il distacco da infliggere al centro sinistra lariano, peraltro protetto dal WWF in quanto vicino all’estinzione.

Guardavo i manifesti e i santini in giro per la città, soprattutto i primi che si sono visti qua e là.
Per una strana combinazione, i primi 5 o 6 che ho visto erano di candidati che per un motivo o per l’altro conosco personalmente.
E ci sarebbe da ridere, se non ci fosse da piangere.

La categoria che mi ammazza di più in assoluto sono quelli che hanno il nome conosciuto per la loro attività imprenditoriale.
E il fatto che l’area lariana negli ultimi quindici anni abbia perso posti di lavoro a iosa, competitività, zero investimenti, evidentemente è un titolo di merito.
Sia ben chiaro: non è colpa loro candidarsi ed essere eletti, è colpa di chi li vota.

 
At 2:59 PM, Anonymous Manu said...

Ho seguito il tracollo di Segolene da San Polo in Chianti.

Lo so , Roma è troppo caotica e ogni tanto torno il w end nel paesello del Chianti che fino a pochi mesi fa era la mia felice dimora...
Come mi manca la mia Oasi Rossa!
Ma Rossa per Davvero!

Quando stavo a Cinisello sopratutto negli anni 80 beh era proprio Stalingrado, poi è arrivato il craxismo e poi me ne sono andata il Toscana.

Certo Cinisello è ancora rossa però San polo era ed è quel rosso che più mi piace : Ruspante , attaccato ai valori di una volta.

A San polo il tracollo di segolene ci ha colpito tutti indiscriminatamente a noi comunisti del Chianti (95%, pupi inclusi);
nella riuniione del circolo ARCI “la Bastiglia” di ier sera s’è deciso che nessuno fumasse piu le Gauloises rosse.

Il difficile è stato convincere il Campigli, classe 1928, a passare alle MS, visto che era l’unico a fumarle nella piana tra Barberino e Signa.

Smoccolava a nastro chè s’è dovuto portà via i bambini.
S’è acquetato solo con mezzo litro di chianti....


Domani torno a Roma che dovrebbe essere Rossa perchè da anni comanda il Veltroni Nazionale ma non so perchè non riesco proprio a vederla così Rossa..

Pure il Veltroni che tanti affascina a me non riesce proprio a piacermi.

Un Bacio

 
At 3:03 PM, Anonymous lalla said...

Scusate ma a sentire le dichiarazioni rilasciate dai politici italiani dopo le elezioni francesi sembra che Sarko’ sia diventato il Presidente dell’Italia. Che poi è stato eletto ma se tra un mese, alle amministrative, dovesse vincere la sinistra (magari grazie all’effetto Bayrou)? Si torna alla coabitazione? Ed allora ti saluto “programma autoritario”

 
At 3:04 PM, Anonymous Ramones said...

la presidenza Sarkozy potrebbe diventare molto simile a quelle di Chirac. e cioè, un presidente che diceva all’inzio di voler fare tante cose (dichiarazioni demagogiche e opportunistiche), e poi non ha fatto concretamente nulla.

ve lo dico in base al suo primo discorso alla chiusura dei seggi:
ai sostenitori riuniti nel suo quartier generale, Sarkò ha detto: “amici Stati Uniti, prendete in mano la bandiera della salvezza del pianeta dalle variazioni del clima. fate che sia la vostra priorità. noi saremo al vs fianco!”.
e poi: “a tutte le donne, a tutti i bambini, a tutti coloro che nel mondo subiscono violenza, povertà, malattia, discriminazione, io dico: la Francia sarà accanto a voi, e vi aiuterà!”
insomma, ha usato due argomenti fondamentali della campagna di S.Royal.

anche nel dibattito vis à vis di qualche giorno fa, Sarkozy ha detto solo cose “utili” a guadagnare voti, non dichiarando alcunché di lontanamente problematico per un suo elettorato possibile.

 
At 3:07 PM, Anonymous Anonimo said...

Non abbiatevene a male, vi ho letto tutti, siete tutti persone colte e degne di fede, ma io aspetto solo i post di ORSO BRUNO, solo lui riesce ad enucleare i concetti taorici a carciofo nell’osmosi funzionale alla questione topica.

Mi chiedo : da dove posterà?

Posterà sicuramente dalla sua aziendina Brianzola o sulla Tuscolana, dove impiega 12 lavoratori cinesi delle isole tuvalu...ovviamente in nero.

 
At 3:10 PM, Anonymous Ramones said...

Ah dimenticavo ...

Non so se in Italia avete fatto caso alla vittoria del SNP (Scottish National
Party) alle elezioni scozzesi , che dalle elezioni precedenti del 2005
ha preso 20 punti percentuali in più andando ad avere a queste
elezioni quasi il 40% dei consensi.
Voi direte, i soliti nazionalisti
del cazzo.

Invece pare di no.

Tra i temi programmatici del SNP ce ne sono alcuni veramente radicali, tra cui il disarmo nucleare unilaterale, l’uscita dalla NATO e l’entrata nella Comunità Europea
come paese indipendente dal Regno Unito (ma formalmente vincolato nel
Commonwealth, come l’Australia) una tassazione altamente progressiva con fini redistributivi, un sistema educativo statale totalmente
gratuito e l’aumento generalizzato delle spese sociali.

Sti cazzi altro che nazionalisti !

 

Posta un commento

<< Home