mercoledì, marzo 22, 2006

La Democrazia e chi ce l'ha....

"LA DEMOCRAZIA E CHI CE L'HA" recitava il grande e compianto Rino Gaetano in "Aida".
Tale frase mi è tornata in mente seguendo la noiossissima campagna elettorale che non mi stancherò mai di definire "il paradigma della demagogia" , ove tutti questi signori si ergono a baluardi della democrazia moderna ed alcuni ,sopratutto i seguaci dell'asse Bush-Blair-Berlusa (le tre B) ,si riempiono la bocca e si lavano le mani dal sangue versato sostenendo di "esportare la democrazia" in paesi defezionati di questa grande definizione.
Ora, questa matina sentendo Tina Anselmi parlare dei valori reali per cui ha combattuto come staffetta partigiana (valori veri) ho provato disgusto verso questi nuovi politici e mi sono ripetuto di essere stufo della "fiction" che sovrasta questo nostro mondo moderno.
Un mondo di coglioni che non si arrende all'evidenza.
Il mondo arabo tanto per fare un esempio di esportazione della democrazia non è offeso mi sono detto;
peggio! è nello stato d'animo di chi è occupato e rapinato del suo petrolio, della sua ricchezza.
Ed è perfettamente simmetrica la posizione americana: rapina a mano armata, stanno espropriando petrolio, mentre uccidono, torturano ed impongono la "democrazia".
Il vero e cruciale quesito dei nostri giorni è:
"che vuol dire democrazia nel XXI secolo? "
Guardiamo un pò in casa nostra per darci una risposta...
Andremo a votare tra qualche giorno, nel contesto che sappiamo, per confermare un elenco di nomi (liste bloccate)proposte da partiti autoreferenziali dove la democrazia interna è puro illusionismo.
Vuol dire che abbiamo dei partiti che somigliano molto ai negozi in franchising, che non fanno più proselitismo per non cedere alcuna porzione di potere.
Sono addirittura alternativi alla cosiddetta società civile (che è pura astrazione). In tutto ciò la Tv spazzatura è riuscita a succhiare i cervelli e le coscienze degli uomini. In tutto ciò anche il teatro , il cinema,la letteratura ed ogni forma di cultura che ti invita a riflettere è stata depredata , vampirizzata e trasformata in reality su presunti ballerini , telefilm idioti,fiction ectoplasmiche.
Siamo una massa informe allo sbando, guidata da uomini senza scrupoli ebri di potere.
Allora trasformiamo in domanda la frase di Rino Gaetano :
la democrazia? e chi ce l'ha?....

Il Mallinza

31 Comments:

At 12:41 PM, Anonymous Joe Strummer said...

Sarebbe interessante chiedere a questi esportatori di democrazia che tanto si vaneggiano di esportare libertà nel mondo, com'è che la "democrazia" nei paesi africani non ce la vogliono portare? E nemmeno un aiuto quando si trattò di salvare 800 mila Tutsi dal genocidio?
Ma di tutto questo nelle campagne elettorali non si parla...
ormai tutto funziona a slogan si dice "Esporto democrazia" e a chi ascolta basta e avanza, si dice
" Scuole migliori" e chi ascolta se lo fa bastare, si dice "contratti dsi lavoro più stabili" e chi ascolta ci crede.
Ma a nessuno viene in mente di chiedere qualcosa di più approfondito?
No ormai quel che conta è la superficie ed in superficie c'è solo lo slogan!
Poveri idioti lobotomizzati dagli stadi e dalla pubblicità...
Aveva ragione il buon CT quando scriveva "POPOLO BUE TI STANNO UCCIDENDO CON L'ONDA"

 
At 12:44 PM, Anonymous TOKIO DECADENCE said...

desiderio di imporre la democrazia in Medio Oriente = acuto bisogno di impadronirsi di risorse energetiche, desiderio di non farci mettere le mani sopra da altri e tentativo di frenare la prossima progressiva trasformazione del dollaro in carta straccia coadiuvata dalla decisione di scambiare petrolio in euro anziché in dollari da parte di alcuni produttori di petrolio (Iraq e, ora, Iran) .
Italia= o si allinea e lecca il culo ai signori a stelle e strisce oppure tornerà ad essere il paese di pecorai ignorante povero ed emigrante che era...

VI PIACE LA DEMOCRAZIA?

 
At 12:50 PM, Anonymous Pizza e fichi said...

Sono un cittadino della Repubblica Italiana. Così recita il mio passaporto. E la mia lingua è l’italiano. A me, come cittadino italiano, appartiene L’ITALIANO. Eppure giorno dopo giorno sento che mi appartiene sempre meno. E questo perché gli esperti di comunicazione sanno bene che allargare il significato semantico di una parola di uso comune porta più facilmente all’accettazione della posizione che, a seconda delle esigenze, ci debbono (per lavoro) propinare. Ora, Se mi si definisce un mercenar contractor “eroe” da un giorno all’altro, “eroe” cioè, una persona che è pronta a rischiare la vita pur di difendere dei pozzi di petrolio (americani?) a 1000 dollari al giorno, io rischio di non avere più le parole per definire volontari: pompieri, assistenti sociali o anche persone comuni che siano pronte ad aiutare il prossimo solo per puri (stupidi?) fini altruistici.
E’ giusto piangere ogni vita che si spenge, a chiunque essa appartenga. Ma non si può non considerare che chi viene chiamato a proteggere un pozzo di petrolio (conquistato grazie a carri armati “portatori di pace”) e ottiene per questo un alto corrispettivo economico, se anche può sentirsi in pace con la propria coscienza, non può e non deve essere definito eroe.
Allora se si fa confusione sulla parola "Democrazia" sulla parola "esportare la democrazia" di conseguenza si fa anche confusione sulla parola " Eroe".
Ne consegue che andare a votare è un po' un macello o sbaglio?

 
At 12:54 PM, Anonymous Pau said...

Zio ma in che occasione usi il nick Ramones e in quale usi invece Pizza e Fichi? esiste una logica?
In merito al topic ed al primo post quello di Joe strummer nel quale si parla di slogan e di mancanza di approfondimento :
Qualcuno mi puo' spiegare l'equazione di Fassino di ieri sera a Ballarò per cui , detassando il costo del lavoratore all'imprenditore, il lavoratore ha piu' soldi in busta paga ? Qualcuno mi spiega questo automatismo economico del guru Fassino ? Io credo che detassando il costo del lavoratore all'impresa, l'imprenditore utilizzi i soldi per la sua impresa e per arricchirsi, non certo per mettere soldi in piu' in busta paga al lavoratore, pero' Fassino dice che detassando l'imprenditore il lavoratore guadagna di più, io non ho capito.
Magari la traspa che ne è consigliera ci può illuminare...

 
At 1:02 PM, Anonymous Pizza e fichi said...

Si Paolino esiste una logica.
In base al tipo di scorra che mi ha ispirato il post :
Proprio in questo momento ho fatto un piritone magnifico!!! L'ho battezzato GT2. Variante della GT. Una volta aperto il finestrino non esce, rimane incollato alla tappezzeria dell'auto.
Fassino ha sparato una grande stronzata per farsi amici gli imprenditori che non vogliono pagare le tasse.
Se costoro avessero pagato le tasse in tutti questi anni, invece di stare sulle spalle dei lavoratori dipendenti CHE HANNO SEMPRE PAGATO LE TASSE, ORA NON CI SAREBBERO I BUCHI CHE HA FATTO BERLUSCONI.

 
At 1:06 PM, Anonymous Lalla said...

DEMOCRAZIA? E CHI CE L'HA?
Luchino hai notato che NESSUN partito ha fatto le primarie per decidere le liste? é vero che la nuova legge non le impone, ma neppure le proibisce.

Ps : Zio ma è l'olanda e le sue sostanze legali che ti ispira i tuoi venticelli posteriori? :-)

 
At 1:08 PM, Anonymous Ramones e fichi said...

lalla ho creato una scorra meravigliosa. La più difficile da gestire: trattasi di rimescolamento tra materia solida e gassosa.L'ho denominata UP AND DOWN. L'arte sta nel "tagliarla" prima che si trasformi in una DRESSED, con un esercizio pubo-coccigeo estremamente difficile: bisogna comprimere e rilasciare gradatamente le natiche. Si può effettuare questa operazione anche tre o quattro volte prima che sia completamente esaurita.

 
At 1:16 PM, Anonymous Anonimo said...

ZZZ

OGGI CON I MIEI VERMI HO MANDATO IN PUTREFAZIONE UN MERCATO ITTICO...

RIUSCITE ANCORA A SENTIRE L'ODORE DELLA LORO SCUREGGIA ALL'ASTICE?

 
At 1:21 PM, Anonymous Manu said...

il desiderio di imporre la democrazia al mondo e` ufficialmente nato in un famoso discorso di Kennedy in cui egli proclamava "WE WILL USE ANY MEANS TO SPREAD DEMOCRACY IN THE WORLD", mentre i suoi soldati combattevano in Vietnam.
Questo atteggiamento contrasta fortemente con la tradizionale neutralita` americana, che non era mai intervenuta negli altri continenti se i suoi interessi non erano direttamente minacciati.
Il cambiamento di politica kennediano si spiega con una volonta` NEOCOLONIALISTA.
Se infatti una potenza rinuncia al colonialismo ottocentesco di brutale occupazione, quale e` il modo di controllare un paese e le sue risorse? Pilotandone il consenso, in modo da produrre governi compiacenti.
Ma cio' non e` possibile dove mancano elezioni democratiche, ad es. nella dittatura bielorussa. Ecco quindi la democrazia come strumento neocolonialista.
Altro che "fiction" questa è terribilmente "real politique".

 
At 1:24 PM, Anonymous Cavozzi osserva said...

LA DEMOCRAZIA? E CHI CE L`HA? VOGLIAMO LA DEMOCRAZIA IN OCCIDENTE NON IN AFRICA E TANTOMENO IN CINA. LA DEMOCRAZIA IN OCCIDENTE E` IN MANO AI GRUPPI CAPITALISTI E BEN DIFESA DA ARMATISSIMI POLIZIOTTI TUTTO IL RESTO SONO PURA FANTASIA.
QUANDO PROTESTANO GLI STUDENTI IN OCCIDENTE SONO QUASI SEMPRE CAPELLONI DROGATI ANARCHICI DELIQUENTI .
MENTRE SE I GIOVANI CINESI PROTESTANO SONO DEMOCRATICI E BRAVI .
BASTA POCO PER SMASCHERARE LA "DEMOCRAZIA".
IL MEDIORIENTE E L'AFRICA DOPO ESSERE STATI DEPREDATI DAI PAESI COLONIALISTI ISRAELE COMPRESO SONO AMMINISTRATI E GOVERNATI DA GOVERNI FANTOCCI IN MANO AI GRANDI BURATTINAI ED ALLE LORO LOBBY (MERCANTI D'ARMI, PETROLIERI, CASE FARMACEUTICHE)
FORSE L'UNICO MODO DI FAVORIRE LA DEMOCRAZIA E' IMPEDEDIRE AI BURATTINAI DI FAR CRESCERE LA DEMOCRAZIA?

 
At 3:24 PM, Anonymous Gianni said...

X MANU
" il desiderio americano di imporre la democrazia al mondo e` ufficialmente nato in un famoso discorso di Kennedy ..."
Di quale Kennedy parli? Di quello che piace tanto a Veltroni? Tanto da scriverci due libri (nonostante Veltroni non sappia l'inglese)?
il presidente americano della guerra in Vietnam che fini' ucciso dalla mafia perche' suo fratello voleva mettere la mani sul business di LasVegas. Un libro istruttivo su di lui e` Seymour Hersh - The Dark Side of Camelot (1998)

Bel tipo questo esportatore di democrazia...

 
At 3:37 PM, Anonymous FrateGuglielmo said...

buongiorno trovo un po' eccessivo il vostro sfogo contro la democrazia.E poi non trovo che queste elezioni siano così una farsa come dice il topic.
Ieri a Ballarò: Fassino poteva (ed, anzi, doveva) andare molto meglio. Era chiaramente nervoso, quasi stanco. Si è ripreso solo nel finale. In ogni caso non è da lui sbagliare degli "smash" così semplici come quelli che gli avevano alzato Landolfi e Sacconi. Così è stato immenso ieri sera (da Vespa) Diliberto nel durissimo botta e risposta che ha mandato al tappeto La Malfa. E ciò dopo che lo stesso Mastella(devo dire sorprendentemente efficace) aveva anche lui colpito duro con il predetto La Malfa.
Suvvia non credo sia tutto così una tragedia...

 
At 3:44 PM, Anonymous Pugni chiusi said...

Democrazia e chi ce l'ha?
ad esempio può esistere in una democrazia un individuo come Ignazio La Russa?
Voglio dire ha il diritto di esistere in una democrazia un simile soggetto?
Sì perchè siamo in democrazia:
da qui ne risulta che la democrazia di cui parliamo è una democrazia malata....

 
At 3:45 PM, Anonymous Gianni said...

ogni volta che sento parlare La Russa (poverello il cognome non l'ha mai aiutato) provo una sincera tenerezza pensando alla famiglia che lo guarda: l'occhio spiritato, il capello unto, una parlantina rapida ma con accento arabo...e la domanda ogni volta esce spontanea: come puo' un fascista che parla come un arabo del kuwait essere razzista...e allora capisco che gli italiani sono un popolo di gran pirla.

 
At 4:46 PM, Anonymous jacopo said...

Frate Guglielmo ma come si può esultare per un confronto tra tre vecchi dinosauri della prima repubblica quali : Mastella La Malfa e De Michelis....
Trovo ancor più degno di nota il topic del Mallinza, è veramente stomachevole questa forma di dittatura dolce chiamata "democrazia esportabile" con le bombe.
Io continuo a credere nell'ultima frase del topic:
"Siamo una massa informe allo sbando, guidata da uomini senza scrupoli ebri di potere"
E nonostante tutto aveva ragione il buon Jhonny Rotten quando cantava (mentre il viscido Malcom McLaren si arricchiva alle sue spalle) un po' ingenuamente:
NO FUTURE FOR YOU

 
At 4:55 PM, Anonymous Orso Bruno said...

X PIZZA E FICHI :

Che vuol dire "un mercenario"? Che percepiva un salario? e allora la Sgrena? "mercenaria" anche lei? "mercenari" Falcone e Borsellino?

Io mi vergognerei fossi in te!

Questo è il solito blog di sinistroidi delusi dalla fallita rivoluzione (fallita intesa che è finita nella loro Fallcrazia)

 
At 5:02 PM, Anonymous Ramones il letterato mica Pizza e Fichi said...

caro anonymous, ma un vocabolario in casa non lo trovi? mercenario vuol dire intarsiato di rubini e venduto al miglior offerente di denari...
Già il macchiavelli scriveva di guardarsi bene da chi vende i propri servigi a chi scuce l'oro migliore.
Trovo che la sgrena non fosse lì pagata dal miglior offerente (sennò sarebbe stata lì per mediaset o per sky non credi?) e il paragone con falcone e borsellino è degno dell'ignorante che sei....studiati l'italiano!
Penso che ti dedicherò la prossima scoreggia dai risvolti devastanti.

 
At 5:03 PM, Anonymous Pau said...

Piu che anonimo costui è il noto fascistello Bruno le cui cazzate tuonano per vari blog...
Ma non daje corda Zio .
Costui parla senza prima connettere le proprie onde cerebrali

 
At 5:09 PM, Anonymous jacopo said...

A proposito di democrazie esportate
Avete presente la Fiamma Nirenstein? Se Israele può continuare a fare quel che fa ai palestinesi impunentemente è anche perchè ha un servizio mediatico e propagandistico potentissimo e capillare.
Esempio : in California i servizi propagandistici di Israele espongono pubblicamente le carcasse dei bus di linea israeliani nei quali gli attentatori suicidi palestinesi hanno fatto esplodere le loro bombe, e il tutto accompagnato da un enorme battage pubblicitario denunciante il terrorismo palestinese e propinando l' "innocenza" israeliana. L'episodio del servizio citato della Nierestein è da considerare frutto di questa vergognosa strategia che purtroppo fin'ora per Israele è stata pagante.
Anche perchè tutto il popolo bue associa il termine palestinese al termine terrorista...
Forse non ha tortolo zio nel dire che le parole deviate dal loro significato sono un mezzo bellico di indubbio successo.

 
At 5:00 AM, Anonymous Gancio said...

Ecco. Il momento e' difficile, la situazione e' grave. Non sto qui ad elencare tutte le distorsioni della democrazia italiana
e mondiale, ma in effetti, ho paura che la democrazia vera non esista piu'. E' un'illusione. Dov'e' finita la liberta' di
voto e di scelta della rappresentanza politica se da noi la cosiddetta campagna elettorale e' una guerra assurda di falsita',
demagogie, qualunquismi e sofisticatissime tecniche di brainwashing?
A me sembra una guerra civile, combattuta soprattutto con una inaudita e violenta comunicazione multilivello. Non ci sono
eserciti, o commandi, o fazioni armate. Ci sono pochi generali che cercano di arruolare piu' "soldati" solo fabbricando
consenso. La campagna elettorale e' la preparazione della battaglia finale dove vincera' chi ha l'esercito di consenso piu'
numeroso, il 9 Aprile.
Il nano e' stato sconfitto, battuto, umiliato, annientato dalle scorse regionali, quando aveva superficialmente sottovalutato la situazione, e non aveva mobilizzato i suoi carri armati. Allora tanta gente aveva cominciato piano piano a pensare. E pensandoci su aveva deciso per il cambiamento... liberta' di analizzare le cose un po' piu' oggettivamente del solito.
Ora che la battaglia finale si avvicina, il nano deve serrare le fila del suo esercito di consensi in cui le defezioni e
diserzioni lo indeboliscono fino al possibile ammutinamento conseguente. Sta giocando il tutto per tutto, non puo' certo
arrendersi cosi' e far saltare il progetto della Mafia e di Bush. Le sue mosse, le sue parole in questi giorni, i suoi gesti
ormai quotidiani, sono cannonate, bombardamenti, razzie... terribilmente devastanti. Sta facendo terra bruciata dei suoi
crimini. Come i nazisti che cercavano di eliminare le prove dell'olocausto, lui sta cercando di costruire la "sua versione"
nelle menti di chi deve ancora scegliere da che parte stare. Come altro definire la tecnica metodica e puntigliosa che lui
utilizza ogni giorno per disintegrare la verita'? lui e i suoi dementi sottufficiali leccaculo.
E che democrazia e' allora questa? non e' liberta' di espressione o di opinione. Una volta giunti alla condizione in cui una
qualsiasi frase bugiarda, detta davanti alla telecamera, e' immune dal rischio di essere smentita o definitivamente sconfessata, questa diventa una mezza verita', una pulce nell'orecchio, un'insinuazione, che cresce giorno dopo giorno di forza e di consenso. E' liberta' di falsificazione e di manipolazione. Non e' democrazia. E gli altri? la sinistra vivacchia, dice e non dice, raschia il barile. Vincera' perche' l'esercito avversario e' ormai stanco, il nano sta tirando troppo la corda coi suoi fanti, e quelli sono esausti. Ma questa non e' democrazia, non c'e' scelta, chi sta col nano e' purtroppo ipnotizzato, gli altri sono (siamo) solo manovrati e usati. Grazie a Prodi saremo costretti a votare per spodestare il grande capitale, criminale, guerriero e prepotente, e ridare fiato a quella borghesia dell'armonia "illuminata" che e' la stessa che ha governato fino alla gaffe Mani Pulite. E certo che questo nuovo amalgamato
pentapartito che si fa chiamare Ulivo, non ci rappresenta, e soprattutto non avra' il coraggio di guidarci verso una vera
nuova stagione di giustizia sociale, verita', progresso sostenibile, solidarieta', cooperazione, ridistribuzione e futuro... insomma, niente rivoluzioni.
Il mio non e' qualunquismo, ne' troppa voglia di anarchia (e sarebbe il caso), e' sfiducia totale in questa ormai
anacronistica democrazia in cui chi e' emarginato, economicamente, socialmente e culturalmente, lo restera' comunque, in
quanto manipolato e reso incapace di elevarsi o di ribellarsi. La democrazia oggi e' una mera utopia.
E se oggi mi salta in mente l'idea che chi non abbia sviluppato i propri mezzi e i propri filtri culturali non sia libero di
scegliere cosa pensare, significa che dubito anche che ci sia la democrazia.

 
At 11:11 AM, Anonymous Albi said...

Francamente questa non è una democrazia.
Questa è un oligarchia economica e culturale.
Potere in mano a pochi che cambiano i loro luogotenenti come faceva Stalin quando modificava la "Stavka" in base allecsue strategie durante la battaglia di Stalingrado.
Ma almeno lì stava combattendo contro il mostro Nazista.
Qui ormai i pesci grossi hano fatto piazza pulita sul fondo del fiume ed arruolano i pesci medi e fanno accordi per spartirsi i pochi pesci piccoli rimasti da mangiare.
Altro che esportare la democrazia!
Qui si vuole esportare la stessa oligarchia con il proprio fantoccio da mettere in quel nuovo governo che si è andati a costruire con le armi.
Ben dice Manuela nel suo post, e lo stesso Cavozzi ne ha individuato i punti più critici.
Vi rendete conto che noi andremo a votare , magari esulteremo per la caduta del nano, magari avremo due tre comunisti presidente della camera (Fausto),alla giustizia (Pisapia),e Diliberto in qualche altro punto strategico e poi?
Poi non cambierà nulla, le truppe dall'Iraq non le ritireremo almeno che non ce lo dicano gli Yankee,il conflitto di interessi non verrà modificato più di tanto,il lavoro avrà qualche ritocco ma poi?
Poi continuerà l'emarginazione , la povertà culturale e l'arricchimento di pochi oligarchi...Tutto perchè siamo costrewtti a votare chi NON CI RAPPRESENTA
Benvenuta democrazia!

 
At 11:17 AM, Anonymous Gianni said...

QUALCUNO mi spiega che cazzo me ne può fregare a me di Della Valle e di confindustria?
La Francia brucia, gli studenti e i sindacati stanno combattendo una battaglia epocale per una indegna legge sul primo impiego (mica cazzate!) all'arma bianca e qui si pensa a confindustria ed alle polemiche di un associazione antisindacale di pescecani che sfruttano i mercati più affamati e poveri perchè qui hanno fatto terra bruciata!
Vogliamo andare a fondo su un programma serio sui diritti dei lavoratori?
CHe cazo ce ne frega di Della Valle e Berlusca? chi me lo spega?
Fassino e Prodi ci avete rotto i coglioni con le vostre leccate in alto tornate a recuperare la base e preoccupatevi dei precari!

 
At 12:58 PM, Anonymous Francesca said...

Mentre vi scornate contro Fassino e contro Prodi , mentre Luca fa un analisi (vedo molto seguita e partecipata) su come queste elezioni ci constringano a votare gente non rappresentata(perchè ?
io mio mi sento rappresentata da Fassino), gli USA dicono che siamo a rischio attentati ed individuano in Al Queida e nelle frange violente ed estremiste della sinistra i rischi.
"Prodi li protegge" è subito il grido di aollarme di Berlusconi.
Vorrei farvi notare come da settimane quelli della fiamma tricolore siano in giro per le piazze italiane a provocare, vorrei farvi notare come la destra cerchi di arrivare allo scontro e di come Berlusconi non perda un occasione per farsi aiutare da ruini, dal suo amico Bush e tra poco magari ci si metterà anche Putin!
A me tutto questo ricorda tanto quel che successe in Spagna dove poi la tattica di aznar non pagò visto che perse le elezioni ma a che prezzo? tutti quei morti....
Insomma non è meglio vigilare su quel poco di democrazia che ci siamo conquistati invece di lamentarci perchè questa Unione non è democratica?
Ma perchè non capite il grosso rischi che stiamo corendo?

 
At 1:00 PM, Anonymous Commercialista said...

INVECE DI ESSERE COSI IDEALISTI IN MANIERA ASSURDA CHIEDETEVI QUESTO:
I CAPITALI FUGGONO DALL'ITALIA, PERCHE' ? Ho 10.000 azioni telecom da cui mi aspetto un dividendo di 14 centesimi = 1.400 euro su cui prevedevo una ritenuta del 12,5% cioè 175 euro = netto 1.225. Leggo sui giornali e sento dal prof ( il programma è volutamente fumoso) che l'aliquota si armonizzerà al 20% per cui la ritenuta crescerà a 280 euro per un netto di 1.120 ( -105 euro). Ho anche ben 20.000 euro di BTP scad. 2034 tasso fisso 5% interesse lordo 1.000 -12,5% =875 euro, con "l'armonizzazione" saranno 800 euro -75 euro. Perr fortuna verrà abbassata la ritenuta sugli int.attivi di c/c dove ho un tasso dello 0,75% risparmierò su 30 euro di interessi annui ben 2,1 EURO. QUINDI IL 9 APRILE POTREBBE COSTARMI 178 EURO, CHE PER UN DEPOSITO TITOLI DI CIRCA 45.000 EURO MI SEMBRANO ABBASTANZA E TUTTI GLI ANNI SARA' COSI. NON MI SEMBRA DI ESSERE UN GRANDE CAPITALISTA UN “FURBETTO DEL QUARTIERINO” , MAGARI LO FOSSI , SE AVESSI DISPONIBILITA' 100 VOLTE MAGGIORI PORTEREI TUTTO IN LUSSEMBURGO COME FANNO GLI AMICI DI prodi.

 
At 1:06 PM, Anonymous Francesca x commercialista said...

Non ho capito! Un italiano che possiede risparmi da 70.000 euro in su (100.000, 200.000, 300.000 ecc), che ha paura di pagare un 7.5% in più sui guadagni di questi investimenti, si può definire un italiano? O è uno sfruttatore di italiani? Questi che hanno queste posizioni dovrebbero sentirsi onorati di partecipare con più etica ai bisogni della comunità, altrimenti è meglio che si trasferiscano all'estero con tutti i loro denari; gente schifosa, altro che italiani o cittadini del mondo. Per quelli come te, ci vorrebbero veramente i bolscervichi sovietici (non i comunisti italiani, che sono gente che lavora sotto sfruttamento);
ti ricordo che i bolscevichi si materializzarono perchè c'erano i ricchi da una parte e i morti di fame (la gleba), dall'altra. L'equità che cercherà di applicare Prodi è per prevenire stupide rivoluzioni che sconquasserebbero la nostra società; l'egoismo e la gente corrotta sono i mali della storia. E per finire vorrei ricordarti che Prodi sta dicendo che non ci saranno perseguitati economici: Sta dicendo che è arrivato il momento che gli italiani che non pagano le giuste tasse si mettano in testa, con le buone o con le cattive che si devono rispettare le leggi; o vuoi che si continui a beffare le leggi da parte dei sofali destrorsi? O sinistrorsi..sono uguali sotto questo aspetto!
Se non è accettabile dagli italiani che Prodi faccia questo, meglio che c'inglobino i musulmani, tagliatori di mani e di teste (scusa he!). Ma per forza si deve andare avanti cosi? Perchè non accettare eticamente la via di mezzo? Per farlo non ci vogliono i governi, o si deve andare sempre avanti come cani sciolti e il cane... più forte detta legge?

 
At 1:12 PM, Anonymous Manu said...

Vi stupite di Commercialista?
che poi sarà Bruno o Luigi p insomma i soliti provocatori.
Dicevo traspa ti stupisci?
Lo spauracchio della destra di tassare le rendite! Se uno ha rendite mettiamo di 100.000 euro, ammesso che si aumentino le tasse sui guadagni da 12.5% a 20.00%, gli rimarrebbero sempre i 100.000 e invece di guadagnare, per ipotesi mettiamo...5000-7000-10000 euro, guadagrerebbe il 7.5% in meno! Resterebbe sempre ricco e pagherebbe tasse più giuste! La destra è come sempre sfascista-egoista nonchè sfruttatrice dello Stato e delle situazioni economiche a essa favorevoli...

 
At 4:43 PM, Anonymous Anonimo said...

ZZZ

HO INUTILMENTE CERCATO DI CREARE UNA PUTREFAZIONE NEI CONFRONTI DI CASINI E GIOVANARDI MA PURTROPPO I MIEI VERMI SI SONO SQUAGLIATI NEL TENTARE LA DURA IMPRESA.
ORA DOVRO' RICORRERE A VERMI MECCANICI RADIOGUIDATI MOLTO COSTOSI MA SICURAMENTE EFFICACI....

QUALCUNO E' DISPOSTO AD AIUTARMI ECONOMICAMENTE A SOSTENERE QUESTA SPESA ONEROSA?

 
At 4:56 PM, Anonymous ILLAZIONI POLITICHE said...

E' fin troppo ovvio che il berlusca aiutato da Bush (che gli aveva detto ora tocca a me aiutarti) messo alle strette dal rischio di perdere stia allarmando l'Italia e chissà se non tenterà il tutto per tutto all'ultimo momento per riuscire dove non è riuscito Aznar. Berlusca con l'aiuto degli USA ha scelto la criminalizzazione dell'avversario. Gli italiani di destra sono specialisti nella strategia della tensione. Poi dirà ve l'avevo detto che c'era il pericolo, lo avevano detto anche dagli USA (questo potrebbe essere un aiuto dell'amico George).
Quindi in caso di attentati o di violenze gli italiani mantengano i nervi saldi. Fa parte della politica di chi dice e agisce secondo il principio che IL FINE GIUSTIFICA I MEZZI, così la pensano i mascalzoni al governo. L'uomo della provvidenza non sarebbe certo lui anche se sta avvisando tutti che c'è un pericolo a sinistra. Ma il pericolo lo sta creando lui, il pericolo è lui. La storia insegna, che il pericolo viene sempre dai loro servizi segreti infiltrati e deviati. Ps: Berlusconi Silvio iscritto alla loggia P2 n°...? chiedetelo a Licio Gelli

 
At 5:01 PM, Anonymous Joe Strummer said...

qualcuno l'avrà visto in Tv, in occasione dei mini-riot parigini, un servizio della RAI ha mostrato una storica libreria parigina bruciata, lamentando l'offesa alla cultura e la distruzione di libri preziosi. oggi si scopre che la libreria storica era stata vuotata da mesi e che era in attesa di ristrutturazione per diventare un'altra cosa.
Tanto per cambiare un falso clamoroso passato con nonchalance dal servizio pubblico non che il servizio privato stia tanto bene; l'altro giorno Repubblica ha dato la notizia che il governo ha deciso di risarcire i familiari dei soldati italiani uccisi in Congo mentre erano in missione di peacekeeping negli anni 60' (lenti, ma inesorabili); peccato che il giornalista abbia aggiunto una nota di fantasia, scrivendo che i katanghesi ribelli (quindi cattivi) uccisero all'epoca anche il presidente Lumumba.
Una narrazione storicamente falsa, per evitare di attribuire la morte dei "nostri" alla decisione di "alleati" occidentali. Non solo Lumumba non fu ucciso dai katanghesi, ma da militari belgi che lo hanno anche ammesso in un'intervista del 2002, ma l'intera "ribellione" katanghese era sostenuta dal binomio USA-Belgio in contrapposizione al governo legittimo di Lumumba e alle stesse Nazioni Unite, intervenute nel paese su richiesta dello stesso Lumumba. Oggi si può tranquillamente sostenere che i nostri soldati morirono per colpa delle politiche "alleate", così come si sostiene da tempo che il segretario svedese dell'ONU Hammarskjold (+ o - scritto così), l'unico segretario ONU ucciso nella storia, perse la vita su un aereo che precipitò "grazie" a qualche manina occidentale.
Quello che riesce sempre a stupirmi è la capacità di controllo che emerge anche dall'anilisi delle "piccole" notizie, quasi che ci sia sempre una "manina" al lavoro per seminare con indifferenza una enorme quantità di clamorosi falsi nel menù informativo. Un lavoro enorme, incessante, indefesso attraverso i decenni. E' chiaro che i "giornalisti" che spargono queste polpette avvelanate non sono semplicemente ignoranti o a caccia di sensazionalismi, ma che siano coscienti sostenitori e costruttori di un humus che favorisce l'affermazione di un'atmosfera favorevole al dominio ed estremamente omertosa sui "difetti" del potere.
Veri e propri falsi ideologici, per gente che sostiene "libertà e democrazia" e che ha sempre criticato l'informazione "sovietica" e la propaganda nazista non è male, anche se lo spettacolo della propaganda bushista non sarà probabilmente ricordata nella storia in maniera tanto diversa da come sono ora ricordate quelle di altri regimi. Se mi avessero dato un centesimo per ogni balla che ho dovuto leggere o vedere al telegiornale, non dovrei preoccuparmi per la pensione che non avrò.
ALLORA MALLINZA CHIEDITI ANCORA LA DEMOCRAZIA ESPORTABILE CHI CE L'HA?

 
At 3:25 PM, Anonymous Anonimo said...

ZZZ

ODDIO I MIEI VERMI SI SONO SQUAGLIATI ED ORA SEMBRANO UNA SPECIE DI AREOSOL FETIDO CHE RIESCE SOLO AD IMPESTARE TUTTO IL BLOG

 
At 3:27 PM, Anonymous Pizza e fichi said...

Questo pomeriggio leggando le minkiate scritte da COOMERCIALISTA ho emesso una puzzetta tremenda, l'ho denominata JOKE: è la più temuta dagli sciatori; potrebbe essere confusa con la DRESSED ma non lo è. Il fastidio che si avverte è soltanto sudore in mezzo alle natiche. Una volta controllato il contenuto delle mutande ci si accorge che nulla è successo.

 

Posta un commento

<< Home