giovedì, ottobre 25, 2007

Necessario?

Martedì sera la prima dello spettacolo in cui sono in scena fino a domenica .

" Cattivi Maestri ovvero i sacri idioti d'america" di Corrado Accordino
Andata alla grande....pubblico caldo , applausi a scena aperta, ritorno in auge per almeno un ora e mezza dei poeti beat....

Passiamo oltre:

Ieri sera la seconda (notoriamente per gli addetti ai lavori una jattura) è andata ...diciamo è andata.

Passiamo oltre :

Notte , tornando a casa dal teatro e non riuscendo ad addormentarmi,
mi sollazzo di fronte a quell'elettrodomestico figlio degli inferi chiamato televisione;
Con vago senso di fastidio noto che nel programma Matrix si parla de
"il capo dei capi" fiction su un personaggino dal nome vagamente inquietante Totò Riina.

Un film sulla vita del capo dei capi.

Necessario? Quanti danni farà, in loco?
Non sarebbe meglio seppellirne il ricordo, insieme al cadavere quando sarà tempo?

Fossi nei panni del sig. Riina gongolerei non poco.

9 Comments:

At 1:30 PM, Anonymous Cavozzi said...

Non è tanto la necessità di un film.

La filmografia sulla mafia ha ampie pagine di romanticismo affabulante nei confronti dei boss che a ben vedere è stato alquanto macabro nei risultati di presa sul pubblico (vedi Scarface, il padrino, etc etc) .

Ma la trasmissione di ieri aveva una sorta di mitizzazione nei confronti di uno dei peggiori assassini di questo paese che personalmente ha infastidito anche me.


Preferirei vedere più spettacoli come il tuo "costretti a raccontare" piuttosto che questi film in grado solo di far entrare nel mito certi personaggi.

Per quel che riguarda martedì sera mi siete piaciuti liuck , bello spettacolo...consiglio a tutti di andare a vederlo fino a domenica anche perchè vi assicuroi che il mallinza che recita "Bomb" di Gregory Corso ballando il samba è imperdibile LOOOOOOL

 
At 1:34 PM, Anonymous la roby said...

Io vengo domani luchino ho gia prenotato.

Sul capo dei capi sono daccordo con te e sopratutto con stefano per quel che riguarda l'entrata nell'olimpo degli eroi di certi loschi figuri.

A proposito su "Gomorra" ci sono ampie pagine su come i Boss ci tengano al loro alter-ego cinematografico...leggetevi di come Al Capone non si perdesse nessuna delle riprese del vecchio "Scarface" , dispensando addirittura consigli all'attore.

 
At 3:37 PM, Anonymous Anonimo said...

beh allora igonarare l'esistenza della mafia è meglio secondo voi ?

da paura sto blog da paura!

 
At 5:53 PM, Blogger freesud said...

Caro Luca
vi invito a leggere un articolo pubblicato su itacanews (trovi il link sul mio blog):

IL CAPO DEI CAPI
Finalmente la mafia senza epica in tv

E' il settimo post del giornale. Quì si tratta di una fiction alla quale partecipa come scenografo Claudio Fava, figlio del giornalista Giuseppe Fava, ucciso dalla mafia molti anni fa. Non è un tipo che fa regali alla mafia.

Un abbraccio

freesud

www.riberaonline.blogspot.com

 
At 12:30 PM, Blogger lucapap said...

Claudio Fava è sceneggiatore non scenografo

io ho visto i trailer in tv e la sensazione netta era della romantica agiografia (di solito il messaggio del trailer lo acchiappo bene, l'e' el me mestee del resto...)

però chi ci ha lavorato mi dice che l'obiettivo non era quello

tao2 e Valsecchi poi di solito non scadono "troppo" da questo punto di vista, però, però...

quel trailer me l'ha fatto rigettare come inopportuno

probabilmente al marketing di mediaset volevano spingere sull'aspetto seduttivo della mafia e così hanno prodotto un trailer ributtante. non sò...

chi di voi l'ha visto?
era agiografia? o l'inevitabile epica del male?

(mi sa che mi tocca vederlo per dovere professionale...)

 
At 12:31 PM, Blogger lucapap said...

fantastico, c'e' il follow-up ai commenti!

benvenuti nel nuovo millennio!

 
At 12:39 PM, Blogger lucamallinza said...

Io non l'ho visto.

Sono in scena ogni sera fino a domenica (a proposito ieri la terza replica ha avuto un pubblico entusiasta!).

Free so benissimo che Claudio Fava (tra l'altro sceneggiatore de "i cento passi") è affidabile.
Mi fido dei nomi che ha fatto lucapap che è del mestiere.

Però ...quel titolo e quel trailer mi hanno infastidito non poco.

Inoltre la mia era una critica sopratutto alla promozione fatta da matrix con tanto di interviste cronologia e storia di "Totò u curtu" ....
Credo che questa immagine romantico banditesca del boss mafioso faccia molto presa purtroppo, e chi promuove lo fa per vendere visibilità agli sponsor..figuriamoci se non calcano la mano su un aspetto del genere.
insomma se la fiction non è romanticismo del boss (i nomi che girano intorno sono persone serie) la promozione lo è stata in forma vergognosa...

 
At 12:48 PM, Blogger lucapap said...

comunque sto CapoDeiCapi s'e' fatto 7 milioni di zucconi che se lo sono visto... 27% di share e 31% sul target "commerciale" (successone...)

e ci saranno altre 5 puntate, comprese di attentati a Borsellino e Falcone

io credo che un'occhiata gliela darò
qua rischia di diventare la Piovra contemporanea

(parlo da "interno", scusatemi...)

 
At 1:09 PM, Blogger freesud said...

Il mio giudizio prescinde dalla visione sia dei trailers che della fiction... infatti non li ho visti. Io sono totalmente daccordo con voi riguardo ai danni provocati dall'epica o romanticismo mafioso... sono attegiamenti che mi danno disgusto! Ho soltanto voluto evidenziare che uno degli sceneggiatori è Claudio Fava, a mio avviso persona degna. Spero che la sua presenza basti per evitare degenerazioni commercialistiche e pro-mafiose della fiction. Per il resto, se non avendo visto lo sceneggiato, mi fiderò dei vostri giudizi. Un saluto.

 

Posta un commento

<< Home