lunedì, ottobre 15, 2007

Al Ballo mascherato della celebrità

"Cristo drogato da troppe sconfitte
cede alla complicità
di Nobel che gli espone la praticità
di un'eventuale premio della bontà."
( Fabrizio De Andrè)



Chissà cosa avrebbe pensato il buon Fabrizio di quel che si è visto in questi giorni in seno alla sinistra.

Dunque vediamo :

Inaugurazione da ancienne regime della ristrutturata Reggia di Venaria;
Sontuosi fasti bipartisan , Fassino (quello che si è fatto le ossa nel PCI durante le lotte alla Fiat negli anni 70) che tende l'ossuta e scheletrica mano al Duca d’Aosta (quello che sventola simpatie antiglobalizzazione), Veltroni (l'uomo ovunque della mondanità) che parla con Emanuele Filiberto (quello acclamato come un divo della scuderia di Lele Mora) , Ghigo (Forza Italia) che scherza con Mercedes Bresso (quello che per un giorno si sarà sentita la zarina del regno) e addirittura Ferrentino (quello che fa il no TAV ma non disdegna di sedere tra i VIP) .......

Mancavano solo Il granduca conte Cobram e la contessa serbelloni mazzanti vien dal mare di fantozziana memoria.

Poi le primarie con l'ecologista petroliere Massimo Moratti e il buon Profumo - Unicredit in fila con la plebe sotto il tendone.
Evviva la morte del classismo !
suonino i corni tirati a lucido!
brillino le argenterie!

Ecco a voi il futuro Partito democratico .

"Grimilde di Manhattan, statua della libertà,
adesso non ha più rivali la tua vanità
e il gioco dello specchio non si ripeterà
"Sono più bella io o la statua della Pietà "
dopo il ballo mascherato del celebrità "

( Fabrizio De Andrè)

9 Comments:

At 4:53 PM, Anonymous Simo il Toscano said...

Beh che questa sinistra radical chic cerchi un po' di presenzialismo a volte può non essere un male...però però.

Leccaggi di culo a parte e primarie scontatissime a parte mi chiedo : Ferrentino ha forgiato lo slogan NO TAV SI VIP ???

E questa storia di fassino che si sarebbe fatto le ossa ai cancelli Fiat ??? ridicola.
Lo scheletrico ballerino si è fatto le ossa dietro il di lui mangiafuoco ovvero er baffino.

De Andrè avrebbe forse cantato "amico fragile" dove tutto è già scritto.
Ma scomodare il grande poeta Genovese è anche troppo per codesta gentucola .

Ps : Mastella non è arrivato con il jumbo presidenziale?

 
At 4:57 PM, Anonymous Anonimo said...

A queste primarie nun ce crede nianco Veltroni

 
At 7:01 PM, Anonymous lalla said...

questo partito democratico con le sue primarie e le sue facce da nuova classe dirigente (che poi di nuovo non ha proprio nulla) è solo buono a farmi venire il voltastomaco.

Sinceramente l'unica arma possibile è ormai l'astensione ed è l'unica che non avrei mai voluto usare ma la userò.

 
At 7:04 PM, Anonymous riformista said...

Welfare, Walter , Wrangler

questo sì che è riformismo!

 
At 7:09 PM, Anonymous Francesca said...

L’italia è un paese malato di gerontocrazia.Dalla classe politica, a quella imprenditoriale, a quella universitaria (e anche sindacale) , la parola potere si associa al vocabolo terza età.
Non mi entusiasma il Veltroni segretario del PD, che è il segretario inventato di un partito inventato in tre mesi , però può essere un inizio , un timido inizio di un ricambio della classe dirigente.
A patto che le parole siano vere.
D’altronde vorrà pure dire qualcosa che in latino verbum e verum hanno la stessa radice (la differenza sta solo nella b).
Non credete ? buona serata

 
At 7:14 PM, Anonymous Ramones said...

Per una volta Mallinza ci ha azzeccato.
L’inaugurazione della reggia di venaria come la nascita del pd. Una rifondazione democratico cristiana.
La rinascita della balena bianca. e i giornali contenti ci sguazzano, come con la reggia, come il Mallinza che per sapere tutte ste cose di venaria ci doveva pure essere a questa festa.

Ah gli attori ormai sono sempre dalle parti della sabauda Torino.

Ha ha ha

 
At 7:16 PM, Anonymous Cavozzi said...

Da “Specchio dei tempi”, La Stampa odierna:

TORINO
Un lettore scrive:
«Ecco cosa può succedere a voler visitare per bene la Reggia di Venaria: acquistati i biglietti per reggia e giardini alle 14,30, si aspetta mezz’ora per avere le audioguide (sono poche), si visita la reggia, per educazione si restituiscono le audioguide e alle 18 si scopre che l’ingresso ai giardini viene chiuso alle 17.
«Alle casse nessuna informazione dalle addette. Sul biglietto niente. All’ingresso dalla sala di Diana nessuna indicazione scritta.
«Un totem sulla piazza recita: oraio 10-20 senza specificare di cosa. Alle casse ci fanno vedere un tabellone, che è alle spalle di chi fa la fila per il biglietto, su cui è scritto: orario giardini dalle 9 al tramonto. Il tramonto era alle 19,50, quasi tre ore dopo la chiusura!
«Un funzionario non ha saputo dirci altro se non di tornare quando ci sarebbe stato un responsabile regionale che forse ci farà entrare gratis ai giardini (visto che abbiamo pagato!).
«Complimenti per l’organizzazione dedicata al popolo, visto che quella per le autorità è stata faraonica».


Ps : se la Bindi fosse stata come la Brambilla avrebbe surclassato willy er castoro....
RE Ps :Traspa beata innocenza!

 
At 7:22 PM, Anonymous Ideologo brasazio said...

Il topic è ad altissimo rischio di bollatura come radical-chic, però veritiero come pochi ultimamente. Mi porto appresso la fastidiosa sensazione che con il PD perdano voce e rappresentatività soggetti sociali che, per storia collettiva ed humus culturale, sono collocati tradizionalmente nell’area di sinistra. Non vorrei che tutta l’operazione si limitasse ad una sorta di lavacro lustrale per togliersi di dosso il tanfo del proletariato e rifarsi un pedigree idoneo per accedere ai salotti buoni senza suscitare arriciamenti di naso.
In proposito ho una domanda da fare al tovarish segretarijat:Uolter, quando dici che sulla lotta all’evasione fiscale non tollererai pregiudizi classisti, a cosa ti riferisci esattamente? Accetto risposte anche da bloggadores adeguatamente qualificati.

 
At 11:21 PM, Blogger lucapap said...

dopo le primare/farsa Uolter è stato in tv più di Fidel quando era in forma e faceva i monologhi mitici

ce lo terremo per secoli purtroppo
(ma non doveva andare in africa?)

 

Posta un commento

<< Home