mercoledì, agosto 02, 2006

Strani frutti

L'ultimo post e poi me ne vado al trullo ad isolarmi un po' dal mondo.
Facile per me e per molti di noi che hanno avuto la fortuna di nascere da questa parte del mondo.
Ieri sera ascoltavo la voce ruvida e ammaliante di Billie Holiday cantare "Strange fruit".
Quelle pause,quel suo giocare con la tragedia atavica data dal colore della sua pelle nei timbri della sua voce mi hanno incantato.
Alla base di questo brano c’è una storia.
Correva l’anno 1939,Hitler invadeva la polonia, il cinema americano sfoggiava la melensa e falsamente rispettosa convivenza tra i "servi" neri ed i padroni "bianchi" in "via col vento"nel sud,film che ho sempre odiato.
Correva l'anno 1939 Billie Holiday si esibisce al Cafè Society di New York, uno dei pochi locali che permette anche alla gente di colore di entrare.
Un posto molto speciale dove si incontrano intellettuali e musicisti.
Nel locale la Holiday incontra per la prima volta Abel Meeropol, poeta, scrittore, compositore e fervido attivista politico-marxista.
Su un tavolo del Cafè Society, Meeropol, sotto lo pseudonimo di Lewis Allen, e la Holiday scrissero i versi di Strange Fruit.
Una canzone bellissima, drammatica, agghiacciante sui linciaggi dei neri negli Stati Uniti del Sud.
Gli strani frutti sono i corpi degli impiccati che penzolano dai pioppi.
Strange Fruit è una canzone durissima, le tragedie del razzismo e del Ku Klux Klan, naturalmente.
Un brano di denuncia sociale quando le battaglie per i diritti civili non erano neanche all’orizzonte.
Nessuna casa discografica, infatti, all’inizio accetta di pubblicare il brano.
La cantante, però, crede molto nel brano e continua a cantarlo.
Lentamente il brano sconfigge censure e paure.
Ho subito pensato alle immagini di Beirut in questi giorni.....ho pensato a Condoleeza Rice nera dell'Alabama ( e così correggo il post precedente),uno stato del sud, lei discendente di schiavi e di corpi penzolanti che ora vede penzolare marcire imputridire gli stessi Strani frutti....mah!
forse ascoltare billie holiday non le farebbe poi così male.

STRANGE FRUIT

Southern trees bear strange fruit,
Blood on the leaves and blood at the root,
Black bodies swinging in the southern breeze,
Strange fruit hanging from the poplar trees.
Pastoral scene of the gallant south,
The bulging eyes and the twisted mouth,
Scent of magnolias, sweet and fresh,
Then the sudden smell of burning flesh.
Here is fruit for the crows to pluck,
For the rain to gather, for the wind to suck,
For the sun to rot, for the trees to drop,
Here is a strange and bitter crop.

UNO STRANO FRUTTO

Gli alberi del Sud danno uno strano frutto,
Sangue sulle foglie e sangue alle radici,
Neri corpi impiccati oscillano alla brezza del Sud,
Uno strano frutto pende dai pioppi.
Una scena bucolica del valoroso Sud,
Gli occhi strabuzzati e le bocche storte,
Profumo di magnolie, dolce e fresco,
Poi improvviso l’odore di carne bruciata.
Ecco il frutto che i corvi strapperanno,
Che la pioggia raccoglierà, che il vento porterà via,
Che il sole farà marcire, che gli alberi lasceranno cadere
Ecco uno strano ed amaro raccolto.

10 Comments:

At 2:56 PM, Anonymous Ramones said...

Mallinza ce la siamo sentita insieme quella song ieri sera.
Questa mattina ho trovato un articolo in cui il giornalista Harry Levin racconta di una sera quando Billie cantò a casa di Arthur Herzog, l'autore di un'altra grande canzone della Holiday, God Bless the Child.
"Noi eravamo li, storditi ed incapaci di muoverci. Lei ci mise in contatto fisico con quella canzone. Nel mezzo della Seconda Guerra Mondiale, mentre stavamo combattendo per riportare la libertà, Billie ci stava dicendo che c'erano alcune cose incompiute con le quali l'America doveva confrontarsi."
La Holiday riservava sempre la canzone per il finale dei suoi spettacoli perchè lasciava inevitabilmente il pubblico in silenzio.
"Non c'è nient'altro che possa venire dopo di essa", parola della stessa Lady Day.

 
At 3:01 PM, Anonymous cavozzi said...

Strange fruit è un pezzo meraviglioso.
E la voce di Billie era l'unica che potesse darle corpo.
Sapete che Meeropol era un insegnante ebreo di New York che poi prenderà in adozione i figli di Ethel e Julius Rosenberg, che furono condannati a morte nel 1953 perchè accusati di essere spie dell'Unione Sovietica.
Meeropol scrisse Strange Fruit dopo aver visto una fotografia del linciaggio di Thomas Shipp ed Abram Smith due neri delle piantagioni del Sud. Quella visione lo scosse a lungo.
Ora quella foto la si trova facilmente in rete.
Due poveracci appesi ad un albero in pasto ai corvi....Sotto di loro rispettabilissimi uomini bianchi con tanto di cappelli ed abiti puliti che si godono la scena.
Gente che andava a messa tutte le domeniche e pregava dio ogni sera.
La stessa gente che oggi va in sinagoga in moschea oppure che ha una bibbia in casa e intanto costruisce smercia bombe e le sgancia per squartare intere famiglie.
Direi la stessa storia di merda che si ripete.
Vi saluto va ..pure io me ne vado.

 
At 3:08 PM, Anonymous Pau said...

Ciao raghi, l'ho vista quella foto , addirittura vi si notano signorine agghindate che soridono all'obbiettivo e un po di merdosi Wasp che oltre a sorridere indicano i corpi penzolanti con il petto gonfio di orgoglio.
Un po' come le due bimbe israeliane che firmano le bombe da lanciare sul libano.

Tra l'altro quella cacata ridicola di "via col vento" è uno dei film preferiti da Walter Veltroni.
E questo è già sintomatico di molte cose.
Condoleeza rice "Condy" come la chiama D'Alema, che si fa fotografare mentre suona il piano alla conferenza di pace a Roma (e questo pure sarà pur sintomatico),
il massimo di negritudine che conosce è "Black or White" di michael Jackson , anzi come lui vorrebbe schiarire la sua pelle...

 
At 3:09 PM, Anonymous Joe Strummer said...

"mentre stavamo combattendo per riportare la libertà, Billie ci stava dicendo che c'erano alcune cose incompiute con le quali l'America doveva confrontarsi"

Direi che oggi nulla è cambiato da queste parole del 1939.
O forse snaglio?

 
At 3:13 PM, Anonymous Siamo uomini o camaioni? said...

E voi cosa volete?
di che cosa vi fate?
qual'è la vostra pena?
quale è il vostro problema?
perchè vi batte il cuore?
per chi vi batte il cuore?
è meglio un medicinale o una noia infernale?
é meglio giornate inerti o dei capelli verdi?
Siamo uomini o camaioni?

 
At 4:12 PM, Anonymous luigi p said...

meno male che qui state tutti in ferie cosi la finite di vomitare stronzate da terzomondisti dei centri sociali su questo blog di fancazzisti di sinistra.
Avete la stessa arroganza di chi siede dietro i banchi a giudicare *che voi criticate* ma fate gli anticonformisti. beh approfitto della vostra assenza per mandarvi tutti affanculo masssa di inetti cacamerda!

 
At 5:40 PM, Anonymous Anonimo said...

ZZZ

IL SUPREMO ALLEVATORE DI VERMI E TORNATO E VI LANCIA UN NOUVO ANATEMA

I VERMI SONO PIU FORTI CHE MAI

LA PUTREFAZIONE SARA VELOCE E INDOLORE

VIVA I VERMI

VIVA LA PUTREFAZIONE

 
At 5:43 PM, Anonymous Siamo uomini o camaioni? said...

esiste la sfera concava?

i sette samurai erano veramente sette?

Esistono nuove forme di vita?

Siamo uomini o camaioni?

 
At 5:45 PM, Anonymous Lina Sotis said...

Spevo pev voi che si tvatti di un settembve all'insegna del Bon Ton.

Il Bon Ton ci aiuta ad esseve tutti fvatelli in un mondo di odio.

Il Bon ton e il futuvo.

 
At 5:49 PM, Anonymous Ramones said...

trollaggio a tutto spiano ?

manca solo merdinez lo scorregionico e poi siamo al completo.

mallinza dove sei?

 

Posta un commento

<< Home