lunedì, novembre 07, 2005

L'ODIO

Ricordate lo splendido film "L'odio" quello in cui si parlava di rabbia e frustrazione nelle banlieu?
Ricordate le rivolte proprio in quel periodo (simili a queste) negli ani 90 represse dal fascista Pascuà (l'allora ministro dell'interno)?
Bene la storia si ripete e partendo dalle enormi perfiferie francesi la Francia sta bruciando.
Le rivoluzioni partono sempre dalla Francia... penso sia il caso di soffermarsi a riflettere sul perchè di questa "rivoluzione" , su questa rivolta che prosegue da giorni e sembra non aver fine. Non dice il falso Prodi quando dice che quello delle periferie sia un problema comune europeo. Non è un problema che nasce esclusivamente dall'immigrazione come Sarzoky ( che ha definito le periferie francesi " la feccia della francia " ) e Calderoli hanno detto. E' un problema che nasce da lontano. E' un problema di prospettive. Prospettive di vita , intendo. Quali sono le prospettive di vita di chi vive in periferia , che sia la periferia di una grande città o che sia la periferia della provincia ? Sono poche. Sono minori delle pur basse prospettive di chi vive in città.
E quando i sindaci o i governanti si ricordano di periferie banlieu o interland?
Durante le elezioni oppure durante queste rivolte.
Chi si ribella sono quei giovani , immigrati e non ( che poi non fa differenza ) , che sono costretti a vivere ghettizzati senza nessuna prospettiva , che difficilmente avranno un lavoro ed una vita sociale attiva .
E' la rabbia per anni sopita ed ora scomposta di chi deve vivere tra piccoli e "grandi" boss , di chi deve adattarsi a vivere male e alla malavita , perchè queste sono le prospettive reali che gli sono date. E' la rabbia di chi per anni non ha avuto la forza di reagire e reagisce ora contro chi ce l'ha fatta e chi non ce l'ha dovuta fare perchè ha trovato il piatto già cucinato e servito.
Ed i politici: i politici francesi reagiscono con un involontaria corsa alle primarie della destra tra Il
primo ministro ed il ministro dell'interno Sarcozy i quali mettono in campo un sorta di campagna di intenti molto simile a quella del film arancia meccanica.
Intanto la francia brucia , e piano piano piccoli boss cercano di organizzare gli scomposti rivoltosi secondo il loro più svariati interessi e non c'è che da aspettarsi il peggio nella manipolazione che verrà.
Il problema è poi così lontano da noi ?

44 Comments:

At 1:41 PM, Anonymous Ramones said...

Cazzo blogmasta' che prontezza di risposta!
Ti rispondo anche io:
"Il problema è poi così lontano da noi ?"
Sono gli stessi problemi che si vivono nelle periferie delle grandi città , nella provincia italiana che non ha storia e risorse , in gran parte del meridione. Tutto ciò si deve sommare al razzismo classista verso immigrati e poveri , spesso mascherato da falsa misericordia e piccoli provvedimenti che sembrano nascondere le macchie così come Piazza del Plebiscito doveva nascondere la povertà di Napoli.
Però temo che le nostre periferie non esploderanno come in Francia perchè purtroppo in italia i manipolatori dal basso già esistono e già manipolano da anni ed anni (Mafia camorra Ndrangheta).
Tuttavia il problema non è sottovalutato nemmeno qui in Olanda ed i giornali guardano con timore perchè come scriveva un autorevole quotidiano :Se ciò è successo siamo tutti colpevoli. Perchè la feccia è esasperata. La feccia reagisce e aspetta cambiamenti. Che speriamo siano in meglio ma prevedo siano in peggio.

 
At 1:44 PM, Anonymous Manu said...

Sicilia docet.
Non credo che le nostre periferie possano infiammarsi a causa di una rivolta popolare perchè sono controllate dalla delinquenza criminale.
Non c'è niente che svolga un'azione più conservatrice, che lavori per l'immobilismo culturale e sociale più totale che la presenza di una criminalità diffusa in un quartiere. Della serie: non si muove foglia che dio non voglia. Se le manifestazioni di ribellione richiamano le forze di sicurezza sono a rischio i traffici della criminalità (che vanno dallo spaccio di droga, alla prostituzione, al taglieggio, al taccheggio fino all'usura).
Secondigliano piuttosto che Scampìa, Pomigliano o lo Zen di Palermo non avranno mai una mobilitazione popolare spontanea che non sia quella mirata alla protezione di qualche scippatore o spacciatore dall'arresto in flagranza di reato o che sia di tutela della sicurezza di qualche boss locale.

 
At 1:46 PM, Anonymous Ramones said...

il popolo è molto numeroso , se s'incazza tutto insieme non c'è collante che tiene.
Spero che la protesta degli emarginati dilaghi in tutto il mondo , rivoluzione!!!! RIVOLUZIOOOOOOOOOONEEEEEEEEE!!!!!

Ovviamente so che questa è pura Utopia

 
At 1:48 PM, Anonymous Francesca said...

Quante certezze avete tutti!

Magari il popolo si incazzasse (come scrivi tu zio) veramente.
Ma non sarà così. Un nuovo '68 non c'è e non ci sarà più. Dovrebbe partire da ambienti culturalmente più progrediti come la scuola e le università o al massimo dai centri sociali. Dubito che ci siano oggi questi presupposti. E' vero semmai il contrario: le nostre città annegano nell'illegalità diffusa. Il problema è semmai più quello sollevato da Cofferati a Bologna che quello temuto da Prodi.

 
At 1:51 PM, Anonymous Ramones said...

Oddio la traspa che parla di rivoluzione!
E difende pure l'operato del Cinese! o my god oh my god
Lucapap lo avevi profetizzato che prima o poi costoro ci avrebbero sdoganato il cinese OH MY GOOOD!

Trsapa il cinese che avete candidato a Bologna si comporta proprio come Sarcozy e che ti piaccia o no ne bastan dieci come lui e si scatenerà la sommossa

SIIIIIIIIIIIIIII

 
At 3:26 PM, Anonymous marchino said...

è come un uomo che cade da un palazzo e continua a dirsi...

fino a qui tutto bene...

fino a qui tutto bene...

ma il problema non è la caduta
è l'atterraggio.


gran film quello.
marchino

 
At 3:46 PM, Blogger lucapap said...

Fra:
E' vero semmai il contrario: le nostre città annegano nell'illegalità diffusa.

scusa ... ma dove vivi ?
a me risulta che le nostre citta' anneghino nella noia per chi riesce a campare e nella depressione per chi non ce la fa

disgustorama

 
At 6:31 PM, Anonymous la strega said...

dati i deliri in liberta' ti rispondo qui :D
e' ovvio caromio che sono addolorata per lo smarrimento di sab
sarebbe stato carino organizzare una caccia al tesoro
POI
1.(e non mi scocciate col fatto che...
ma se e' cosi divertente!!!
2.e' vero da zio rischia di diventare nonno
3. ce ne siamo resi conto tutti che serata sarebbe stata quando e' arrivato chi tu sai ;)
4.se rimanevi nei paraggi mi sarei divertita infinitamente di piu'! (vedi punto 1)
5. DIO CI SALVI DA UN NUOVO 68 SE LE (DE)GENERAZIONI CHE NE DERIVANO SONO QUELLE CHE ABBIAMO.
PIU' CHE DI RIVOLUZIONI ABBIAMO BISOGNO DI ANTICORPI!

 
At 6:33 PM, Anonymous la strega said...

vuoi che continui a scrivere cosi' aumento i post?
(mi sento abbastanza in cazzeggio nonostante sia lunes)
ciaoo

 
At 6:45 PM, Anonymous Gianni said...

"...E intanto tu non riesci ad eliminare quel tempo che passa e sei costretto a sopravvivere giorno per giorno mettendoti all'asta e sai che son fatti tuoi e della tua tribù e ti tiri un po' su ma non ci pensi più..."
Questa è una frase di PASSAPAROLA (non Gerry Scotti) ma bensì gli Isola Posse (già citati dal mallinza) nel 1993 !
O erano preveggenti oppure le cose non sono cambiate anzi il malessere è proseguito fino all'esplosione.
Esplosione avvenuta in Francia ove già altre volte come giustamente sottolineato nel topic tali esplosioni sono sfociate nella violenza.
In Italia intanto nelle periferie si canta gigi d'alessio e ci si fa rintronare da Fiorello albertino dalle droghe sintetiche e basta portarci festivalbar per rincoglionire tutti ....
In Francia questa la chiamano dittatura dolce qui non la chiamano nemmeno.
Ma quale rivoluzione eppoi con che cosa la fanno la rivoluzione?con la playstation?
Oppure con il riformismo della traspa?

 
At 6:58 PM, Blogger lucamallinza said...

Do il benvenuto a Marchino in questo blog....
E mi scuso con lui....lui che ha 23 anni e si sbatte un casino a far politica alternativa a Rozzano (periferia!) e fa più rivoluzione di tutti noi messi insieme e si prende pure la briga di andare a Cinisi contro la mafia ecc ecc
Grande Marchino continua così!
Ed ora proprio per questo faccio io polemica:
Qui si dice male delle nuove generazioni come se la nostra generazione avesse fatto chissà quali rivoluzioni ma per favore!!!!
Gianni è vero che in Italia manco sanno cosa è la dittatura dolce ma è pur vero che nemmeno noi senza play station eravamo tanto incazzati...anzi ci riduciamo a portare le canzoni di Mazinga in manifestazione EDDAIIIIII!!!!
Io condivido tutto quel che hai detto ed anche quel che ha scritto la dolce Manuela ma non tollero l'aria paternalista fatta da una generazione di merda come la mia!
Scusate lo sfogo ma in ogni fottuta generazione c'è il buono il brutto ed il cattivo e in Italia eravamo Tarallucci e vino una volta e lo siamo ancora adesso
ARF ARF ARF ARF
Mo' vado al mio borghesissimo corso di teatro e mi calmo un po'
hi hi hi hi
Evviva la polemicaaaaaaaaa

 
At 7:11 PM, Anonymous Gianni said...

Senti Mallinza meno male che condividi!se non condividevi che facevi mi mandavi aff......!
Insomma qui si cerca polemica a tutti i costi? E allora polemica sia!
Ma chi ha mai scritto che noi eravamo meglio? non sopporto le fisime generazionali !
Ho semplicemente scritto che non esistono i presupposti per un esplosione alla francese.....
Ed ho argomentato, la play station era un esempio e pure azzeccato se permetti per definire piuttosto bolsi quei pirla che dovrebbero "Esplodere" .
Insomma mentre tu vai al tuo "borghese corso di teatro" a calmarti io mi vado a finire sto cazzo di progetto su cui mi schiavizzano e appena esco mi vado a fumare una Tronca così mi calmo anche io!

 
At 7:14 PM, Anonymous lalla said...

I soliti drogati!!!!

Fanno polemica e poi ?

e poi finisce a teatro e cannoni altro che tarallucci e vino....

povera Rivoluzione!

 
At 7:15 PM, Blogger lucamallinza said...

RIvoluzione Lalla?

Scrivo l'unica cosa divertente che letto ovvero

DISGUSTORAMA

 
At 11:22 PM, Anonymous santax said...

ma veramente!


comunque questa streghetta qui mi sembra che abbia il vizio di andare spesso fuori tema e parlare in continuazione delle vostre serate (io le darei un bel cartellino se fossi il blogmaster).
certo che venire a scoprire così, da delle banali uscite di tema in un brodoso blog, della presenza del greek a milano mi fa specie.... soprattutto mi sarei divertito a sentire la sua opinione "vista da vicino" sui tumulti francesi. beh, salutatemelo

 
At 12:24 AM, Anonymous la strega said...

santasanta occhio...

 
At 9:49 AM, Blogger lucamallinza said...

bene o male lo stesso che puoi leggere nel topic santacrausi....
Anzi il nick the greek ha subito detto di non essere sorpreso e di aspettarselo da tempo.
Ma del resto (solo questa volta) come dargli torto?
Queste cose già esplosero 10 anni fa sempre a Parigi.
A capodanno i Champes Elisè divengono un campo di battaglia tra bande organizzate e Polizia.
E sinceramente quell'aria chiunque vada a Parigi (magari non da turista) la respira subito.
Purtroppo le migliaia di immagini di cui ci sommerge la TV (Tsunami, Cathrina,Guerre,Terremoti) ci distolgono l'attenzione ma quella tensione dai tempi del film "L'odio" non si è mai assopita.

 
At 10:17 AM, Blogger lucapap said...

caro malleso
disgustorama

 
At 2:07 PM, Anonymous Ramones il curioso said...

a proposito di periferie e visto che qui molti ci sono cresciuti in periferia (cinisello) volevo chiedere alla Fra' che bazzica quegli ambienti se è vero che Pasquale Napoli è capogruppo in comune a Cini.
Mi è giunta voce che il bel pel di carotone come numaro di voti sia secondo solo alla Gasparini (sindaco uscente) ed a Zaninello (Sindaco entrante).
Dai traspa questo gossip mi fa gola!

 
At 2:10 PM, Anonymous Manu said...

Pasquale Napoli???
O madonna! spero non sia vero....
Certo che da "scorribande" la carriera è breve!
Francy dimmi che non è vero ti prego....
Per me è già stato troppo vedere Salvatore Licitra su tutti i giornali come il nuovo Pavarotti (malgrado la mole sia la stessa).

 
At 3:48 PM, Anonymous Francesca x lo zio said...

Ahimè putroppo sì caro zio....

Pasquale Napoli è in piena carriera politica a sinistra.
Ha preso il maggior numero di voti dopo la Gasparini.
I voti delle case popolari e di scorribande e delle arci non sono pochi se ci pensate.Certo mi rendo conto che stiamo parlando di Pasquale Napoli....

Su Salvatore Licitra sono rimasta stranita anche io.
Lo ho sentito ad una conferenza stampa e non sembrava più quel buzzurro con la banana e le sigaretta sotto la maglietta.
Oltrtutto ora è a New York come primo TENORE!

Beh le periferie a volte....

 
At 7:19 PM, Anonymous Anonimo said...

Vedo che anche in questo blog state
SEguendo le rivolte delle banlieus Francesi e vedo tanto spreco di cazzate sulle zone urbane a rischio paragonate alla bella e tranquila provincia francese ed alle lussuose metropoli stanno cominciando a dare un 'idea della situazione. La seconda cosa è spiegare che sono francesi, non maghrebini, senegalesi, togolesi, congolesi. SONO FRANCESI!!!!! Perchè cazzo crediate siano incazzati? Perchè non vengono considerati maghrebini? No, perchè non vengono considerati francesi. Allora il problerma va visto così: i francesi delle zone urbane a rischio, quelle piene di emarginati, poveri, disperati, falliti e isolati sono incazzati. Perchè sono incazzati? Perchè sono poveri . In nessuna parte del mondo si vedono manifestazioni di ricchi, milionari che spaccano tutto nel loro luogo di residenza. Non si è mai visto per esempio a Cannes o Nizza che i residenti scendessero nelle loro piazze a spaccare tutto. Si capisce? In Italia difficilmente avverrà mai qualcosa di simile perchè non stiamo costruendo megalopoli: occhio a non cominciare!!!!! Bisogna vivere in paesotti di 10-15 ab a misura umana. Non c'è dimensione umana a Parigi nei suburbs e questi ragaz francesi si ribellano alla disumanizzazione. Vogliono vivere, vogliono stare bene, vogliono soldi, tanti soldi.Ma la soluzione è mandarli via di casa in college a 13 anni, poi in università, poi a militare volontario o servizio civile obbligatorio anche per le donne e poi dargli una casa decente in un paesotto, con un lavoro e la possibilità di vivere dignitosamente nella maniera che più gli pare e piace. No? Se non gli farete fare il servizio civile obbligatorio ai figli (maschi e femmine) di immigrati stranieri anche in italia, come penserete di includerli socialmente?

 
At 7:23 PM, Anonymous er barcarolo va controcorente said...

Ebbravo hai invaso er blogge con un botto de cazzate!
sena pralà der mortadella :

" Rivolta periferie
Prodi: "Toccherà
anche all'Italia"
Parigi, disordini per il nono giorno. 253 arrestati, oltre 900 vetture bruciate. Duemila persone sfilano contro le violenze. Il leader dell'Unione: "Nel nostro paese le peggiori periferie d'Europa, è solo una questione di tempo"

Arrigà toccamose li cojoni che questo ce porta na rogna!

 
At 7:34 PM, Anonymous lalla said...

Canzone Del Maggio Anche se il nostro maggio
ha fatto a meno del vostro coraggio
se la paura di guardare
vi ha fatto chinare il mento
se il fuoco ha risparmiato
le vostre Millecento
anche se voi vi credete assolti
siete lo stesso coinvolti.

E se vi siete detti
non sta succedendo niente,
le fabbriche riapriranno,
arresteranno qualche studente
convinti che fosse un gioco
a cui avremmo giocato poco
provate pure a credevi assolti
siete lo stesso coinvolti.

Anche se avete chiuso
le vostre porte sul nostro muso
la notte che le pantere
ci mordevano il sedere
lasciamoci in buonafede
massacrare sui marciapiedi
anche se ora ve ne fregate,
voi quella notte voi c'eravate.

E se nei vostri quartieri
tutto è rimasto come ieri,
senza le barricate
senza feriti, senza granate,
se avete preso per buone
le verità della televisione
anche se allora vi siete assolti
siete lo stesso coinvolti.

E se credete ora
che tutto sia come prima
perché avete votato ancora
la sicurezza, la disciplina,
convinti di allontanare
la paura di cambiare
verremo ancora alle vostre porte
e grideremo ancora più forte
per quanto voi vi crediate assolti
siete

 
At 6:16 PM, Anonymous Pau said...

Lalla che c'entra la canzone del maggio con quello che sta suvccedendo me lo spieghi?

 
At 3:56 PM, Anonymous lalla said...

semplice è la speranza che il disagio delle periferie si trasformi in un altro maggio francese.
"You may say I'm a dreamer but I'm not the only one"

 
At 1:19 AM, Anonymous m. said...

Sai che la prima volta che ho visto il film L'Odio era il '96, era uscito da un anno ed io avevo 15anni, prima ragioneria, e grazie a quella autogestione ho iniziato un pochino ad aprire gli occhi, si perchè proprio nel cineforum dell' autogestione l'ho vidi. Ricordo benissimo il dibattito che ci fu dopo, era tenuto da uno dei due rappresentanti di istituto che per l'appunto aveva proposto il film, e ai tempi i rappresentanti di istituto della mia scuola erano un certo davide cesare e il Panda.
Non mi bastò quel film per rendermi un militante che non sono forse nemmeno oggi, ma ti assicuro che mi accese una fiammellina che oggi quando le lancio un po' di ossigeno diventa un fuoco pronto a lottare.
Ora quel mio rappresentante di istituto non c'è più, ma io non lo scorderò mai, non scorderò mai le chiaccherate infinite dopo quei film o dopo un corteo.

Magari avrete pensieri diversi da me, pregiudizi o giudizi, testimonianze dirette verso quella persona che non c'è più. A me piacerebbe parlarne con chi non sa o sa cose che non sono quello che dico io. beh in ogni caso vi segnalo questo sito, visto che a noi piace scrivere e molti di voi hanno cose interessanti da dire.

http://www.concorsodavidecesare.it/


per non dimentiCARLO
noi contuiamo a tenerli vivi!

ORA E SEMPRE RESISTENZA!

*DAX VIVE E LA LUCHA SIGUE*




m.

 
At 11:57 AM, Blogger lucamallinza said...

Marchino sei sicuramente militante quanto basta e tutte le cose che fai (io lo so) la metà dei pischelli della tua età manco le affronta....
Quindi continua così.
Cazzo tu nel 96 avevi 15 anni!!!!!

minchia come sono vecchio!

Ci vediamo stasera al corso

 
At 2:21 PM, Anonymous luigi p said...

Vorrei sapere in questo blog chi può parlare e chi no (sto facendo un giro dei vari blog e qui ci son capitato per caso) o quanto meno chi ha le credenziali per capire la rivolta nelle banlieus!
Se è vero che non è una rivlta di immigrati, proprio perchè si tratta di francesi di 2^ o 3^ generazione è altrettanto vero che questi nuovi francesi provengono da un ceto sociale povero, basso e senza prospettive. La colpa, tuttavia, non è della Francia ma dell'immigrazione massiva e numerosa in uno stato che, pur avendo concesso la cittadinanza, NON AVEVA LE STRUTTURE e le INFRASTRUTTURE idonee per accogliere queste enormi masse. Colpa del colonialismo francese, rispondono le persone banali(penso che a detta di molti qui dentro è così) ma anche l'italia soffre di una immigrazione alta e non siamo stati certo na potenza coloniale.
Volete sapere cosa realmente accade in francia? accade la guerra peggiore, quella fra poveri! perchè, caro signor Mallinza, sono i poveri a soffrire innanzitutto di una immigrazione incontrollata... perchè sono loro a dover combattere ogni giorno con code negli ospedali, autobus, metropolitana, incapaci di rendere un servizio alla cittadinanza silenziosa e meno abbiente.
Infine, non dimentichi cosa accade nel paese che certa sinistra ha preso a modello (certo che puntate sempre sui cavalli sbagliati e perdenti, eh??)
la sospensione dello stato di diritto!
Perchè (e qui rispondo al post di lalla che intona canzoni del maggio , o di ramones che teorizza rivoluzioni)voi forse lo ignorate (ah beata ignoranza!) il coprifuoco delegato ai sindaci... i poteri di coprifuoco altro non sono se non la compressione delle libertà costituzionalmente garantite e, quindi, in ultima analisi, LA SOSPENSIONE DELLO STATO DI DIRITTO.

 
At 2:30 PM, Anonymous luigi p said...

Trovo noltre che in un siffatto sistema (e torno al post precendente che erroneamente ho postato prima di concludere) il povero diverrà sempre più povero ed il ricco sempre più ricco.
Trovo inoltre sbagliato miope e cieco (come tutti questi finti democratici sinistrorsi alternativi compreso quello che lascia i link su DaX) escludere la matrice islamica perchè è questa che ha impedito ad immigrati e nuovi cittadini di assimilarsi nel corretto tessuto sociale, economico e produttivo e l'integrazione non si ottiene soltanto concedendo la cittadinanza, ma CREANDO CITTADINI CON I MEDESIMI VALORI dello stato ospite mentre queste persone vogliono che la Francia snaturi sè stessa adattandosi ainuovi francesi.
ma lei e tutti voi postatori, miopi e prevenuti come siete, non lo capirete mai
come non capirete che, pur trattandosi di una situazione diversa da quella italiana (pochissimi novelli cittadini ma tantissimi extracomunitari) ha in comune l'estremismo islamico: non ci sono, infatti, cinesi, rumeni, albanesi e polacchi fra i rivoltosi. Islamizzazione del territorio,cari compagnucci del terzo millennio islamizzazione del territorio!

 
At 2:35 PM, Anonymous Pau said...

caro luigi p. sei davvero tu?
quello che scrive fregnacce xenofobe travestite da intellettual buonismo su vari blog e molto attivo nell'infestare i blog di repubblica di luttazzi e di grillo e noi che ti davamo per estinto. O forse e` il solito tuo clone di cui condividi le idee al 90%, forse e` il tuo fantasma che si diverte a postare fregnacce... comunque sia, le fregnacce sono sempre alla luigi p.
quando dici "islamizzazione del territorio" vale la spesa ricordarti che in palestina la "ebreizzazione del territorio" ha prodotto risultati assai piu` catastrofici. In america non parliamone: la yankeezzazione del territorio ha estinto i nativi americani a nord, la cristianizzazione del territorio ha estinto i nativi americani a sud...
Mallinza attento perchè il verme (così chiamano luigi p sul blog di repubblica) è altamente infestante per qualsiasi blog.

 
At 2:41 PM, Anonymous Ramones said...

Dai però è divertente questo luigi p. eppoi non è il caso di insultarlo noi ciechi miopi ecc ecc

in effetti l'islamizzazione della francia e` una passeggiata se paragonata all'occidentalizzazione o yanquizzazione dell'iraq ora, ma anche ieri (inglesi). Onestamente, tra essere yanquizzato al napalm e al fosforo, ed essere islamizzato a pietre e molotov, forse meglio la seconda. Se poi si guarda all'islamizzazione dell'italia, dove invece di tirare molotov i bravi islamici si limitano a lavorare come muratori o pizzaioli o professori e magari a bersi un paio di birre... vada per l'islamizzazione che gli arabi mi sembrano ben poco estremisti, pensando a quello che abbiamo combinato e stiamo combinando a casa loro. Che ci aspettiamo, un mazzo di fiori? comunque il problema delle periferie ha poco a che vedere con gli arabi e/o gli islamici. In particolare in italia: dove spesso si tratta di italiani (e quindi niente a che vedere con l'immigrazione, o con le differenze culturali), oppure di immigrati dall'est europeo.

 
At 2:49 PM, Anonymous Pau said...

"Vorrei sapere in questo blog chi può parlare e chi no (sto facendo un giro dei vari blog e qui ci son capitato per caso) o quanto meno chi ha le credenziali per capire la rivolta nelle banlieus!"


Tutti possono parlare dal momento che parli pure tu con le tue fregnacce sull'islamizzazione

e pertanto Luigi P ezzz di fango... ecco cosa ha causato la yankeezzazione del territorio iracheno, questi sono gli effetti del fosforo bianco!
Website: http://www.benjaminforiraq.org/IRAQ-Guerra/PEACE/jpg%20grandi/16.jpg

inoltre : Website: http://www.benjaminforiraq.org/IRAQ-Guerra/PEACE/jpg%20grandi/36.jpg

Eppoi : Website: http://www.benjaminforiraq.org/IRAQ-Guerra/PEACE/jpg%20grandi/42.jpg

E su non bastasse :

Website: http://www.benjaminforiraq.org/IRAQ-Guerra/PEACE/jpg%20grandi/88.jpg

CApito luigi p !!!!
Se non provi un minimo di pietà davanti a questa foto e non provi schifo per le tue idee e per la compagnia di delinquenti a cui appartieni allora sei degno di finire in pasto agli scorpioni....
E poi lamentati dell'islamizzazione!

 
At 2:50 PM, Anonymous er panato de settebbagni said...

luigi p.

a 'mbecilleeeee!!!!!!!!!!!!!

 
At 3:04 PM, Anonymous Anonimo said...

Paolo dai non insultare approfittando che il mallinza legge lunedì!
Luigi p, mi sa che non ci capisci niente della banlieue.
Il problema è gente come te che spara giudizi senza conoscere nemeno minimamente di che cosa si tratta.
Qual'é la situazione?
-D'una parte hai la banlieue e tutti quelli che ci vivono. Credere che ci vivono solo emigrati e già un grosso errore (che fait tu).
Guarda che la maggioranza dei "ribelli" cosi detti "racaille" sono di citadinanza francesi con origine straniere e non solo magrebine.
L'anno scorso quando vivevo a Paris , nel mio condominio di 20 appartamenti c'erano ben 12 famiglie (o con origine)straniere che vengono dal europa del est, 1 italiana, 2 magrebine e 2 francesi. E dire che io stavo in seine saint denis.
Va communque ricordato che i casseurs, veri delinquenti ci sono e si sono messi in bande organizzate, manipolate anche da fondamentalisti sia di destra che di sinistra sia islamici ecc ecc questo succedeva già l'anno scorso ed ora che il fuoco è appiccato c'è sicuramente chi ha interesse a soffiarci sopra (secondo me anche Sarvozy ha il suo interesse). E anche questi casseur, caro luigi p, sono tutti con la cittadinanza francese.
Quando dici "tantissima gente maghrebina che si inserisce
benissimo e di islamizzazione che ne impedisce l'inserimento nel tessuto sociale ecc ecc" mi fai pensare alla gente che come Sarko (così lo chiamano)il quale quando dice "integrazione" intende dire niente liberta di religione, instaurazione di un clima di paura dell' altro, rifiuto delle differenze socio-culturali.

 
At 10:00 PM, Anonymous il mostro said...

dah.... luigi p....
dah.....dah......

 
At 10:41 PM, Blogger lucapap said...

(sto facendo un giro dei vari blog e qui ci son capitato per caso)

e sempre per caso te ne vai fuori dai coglioni

amici
don't feed the troll

mallinza vai con la scure

p.s.
vuoi vedere che il malleso(tm) ci diventa un blog-leader seguito dai peggio troll ?
dai dai

 
At 2:05 AM, Anonymous santaz said...

d'accordo con il mostro e con il pap, e con la citazione dandresca di lalla: altro che cosa c'entra la canzone, ma non certo per una rievocazione di un brodosissimo 68 parigino. semplicemente c'è gente in strada, ci sono auto ed edifici pubblici che bruciano, e c'è sempre qualcuno alla finestra che con la sua sicurezza e la sua disciplina continua a credere di non centrarci niente e "che tutto sia come prima".... e le assicurazioni risarciranno, espelleranno qualche straniero....

ben vengano comunque le notizie dalla francia, altroché.
non sarà la revolucion (come se lo fosse stato il maggio parigino), magari sarà stata la solita jacquerie dei poveri, chi lo sa?
ma ben venga la gente incazzata, ben vengano le auto bruciate e tutto il resto, compreso il potere che mostra tutte le sue facce di fronte alla nuova emergenza, ben vengano anche i giornalisti e gli osservatori che vedono nella rivolta il grado politico (e culturale) zero nel fatto che nessuno tra i nuovi pazzi abbia ancora urlato "sarkozy dimettiti" o abbia reclamato una inchiesta indipendente sui fatti dei due ragazzi fulminati nella centrale elettrica.

ben vengano perché non fanno che aumentare l'incazzatura generale (non solo loro certo ma danno una buona mano anche loro), e chissà mai che un giorno qualcosa di grosso grosso succeda per davvero IN TUTTO IL MONDOOOOOOOO!!!!! Sììììììììììììì!
RI-VO-LU-ZIO-NE
RI-VO-LU-ZIO-NE
RI-VO-LU-ZIO-NE

ma noi intanto siamo qui, alla nostra finestra e, ci crediamo o non ci crediamo, siamo pur sempre coinvolti da ogni singola auto bruciata anche dal più reazionario degli stationplayers.


p.s. intanto leggo che i disordini stanno scemando, nell'ultima notte sono state bruciate solo 374 auto (nella media di un normale sabato sera) e si sono finalmente fatte sentire le persone "più progredite", come direbbe l'osservatrice trasparini, che hanno manifestato compostamente per chiedere la fine delle violenze e della repressione: certo da queste notizie in tanti si sentiranno se non rassicurati certo con la coscienza a posto.

 
At 12:58 PM, Blogger lucamallinza said...

lucapap mi traduci quello che hai scritoo?
che vuol dire i troll e tutto il resto?

 
At 2:17 AM, Blogger lucapap said...

don't feed the troll

non dare da mangiare al troll

 
At 10:07 AM, Blogger lucamallinza said...

lucapap lo so cosa scrivi in inglese!!!!! mannaggia a te le lingue le conosco .....
non dar da mangiare ai folletti vuol dire tutto e non vuol dire niente....intendevo in linguaggio informatico cosa vuol dire....
Tu sei il maestro in quello spiegamelo :-)

 
At 10:15 AM, Blogger lucapap said...

a malleso
ti ho pure messo un link

il troll non e' un folletto

 
At 11:44 AM, Blogger lucamallinza said...

come sempre non si apriva il link
ora si è aperto ed ho letto.

 
At 11:47 AM, Anonymous Ramones said...

Mallinza troglodita informatico
Il troll è colui che disturba i forum e le discussioni provocando ,il cui ultimo fine è la chiusura del forum...
Non è il caso di Luigi p su cui mi sono informato sul blog di repubblica ove egli si autocombustina.....
Su quello di grillo viene cancellato....
Però Però Però...la Traspa potrebbe essere un troll o sbaglio?
(dai francy lo sai che sotto sotto ti amo...speriamo non legga il Buge)

 

Posta un commento

<< Home