mercoledì, novembre 14, 2007

Un par d'anni

Ad ascoltar notizie diffuse mezzo stampa par che nell'italico paese che fu di Dante, Caravaggio, Michelangiolo, Verdi e Toscanini (così lo stereotipo è completo ) non si possa girar per strada senza che si rischi di morire.
Questo a detta dei numerosi analisti bislacchi che affollano le redazioni.
Eh sì , stupri, omicidi anche per mezzo dell'uomo in divisa, rivolte di frange ultras.....insomma un paese allo sbando.

Quasi quasi su consiglio di codeste redazioni mi trasferisco a Baghdad o a Beirut o in qualche anfratto di Sao Paulo e Lagos ....li sì che si gira sicuri per strada.

Ma detto questo .... malgrado tutto posso esprimer libera opinion sugli ultimi eventi che funestan la nobile arte pedatoria

Un paio d’anni di sospensione dei campionati di calcio non sarebbero poi ’sta gran iattura.
Per quello che è successo domenica, per quello che è successo a Catania (mi dole il cor nel nominarla) dieci mesi fa, per le mille e più schifezze che contaminano il calcio nostrano,che, diciamola tutta, è fracico nell’ intimo da tempo immemore ....un par d’anni senza pallone...sì facciam così.

15 Comments:

At 3:46 PM, Anonymous Ideologo brasazio said...

IL problema sono le dichiarazioni.
Nessuno riesce ad essere civile, in Italia.
.
Per esempio chi voleva sospendere le partite, prima dei fatti di Bergamo. Cura preventiva.
Per esempio Giovannona coscia lunga, messa sul trespolo a raccontarci sempre la cosa più facile da ascoltare.
.
Invece di veicolare una notizia con dovere di cronaca (ed era facile, qua c’è stato un poliziotto che ha sparato da 60 metri, perchè sentiva delle grida), si è parlato tutta lamattina del problema ultras, della violenza nel calcio.
.
Si è dato un alibi perchè i violenti si sentissero in dovere di violentare.
.
E poi si copre con le violenze dei violenti le violenze dello stato.
Perchè un poliziotto che spara ad altezza uomo da 60 metri, oppure ad un posto di blocco, oppure entra in una scuola di notte per insegnare educazione fisica, è lo stato che non governa più.
.
Un post sul problema delle curve non lo scrivo, insomma, c’è un limite anche alle repetita. Però ieri si è strumentalizzato un fatto di cronaca (ha ragione regom) per dirottarlo verso il sempre comodo circo della violenza nel calcio.
.
Come al derby di tre anni fa, come ai tempi dei sequestri BR.
Essere sotto scacco matto.
Anche qua, carenza curativa dello stato.
.
Quindi ricette non ne conosco ma una piccola affermazione :

vite sospese, senza bandiere, solo perchè si passa di là, un giorno, per caso....

 
At 3:58 PM, Anonymous Cavozzi said...

La stampa italiana non riesce ad essere minimamente degna di un paese civile, su questo son daccordo con il brasazio e di rimando con le provocazioni del mallinza.

perchè, in nuova zelanda, in tunisia o in brasile di che cazzo si muore? sempre e solo di vecchiaia? sempre e solo serenamente accuditi al momento del trapasso al lettuccio di casa dai parenti affranti?
o pure in tutto il resto del mondo qualunque cazzone che s’alza la mattina non può avere la ragionevole certezza di poterlo fare pure la mattina dopo?

perchè, l’italia, sto paese sventurato che cazzo di diverso c’ha dal resto del mondo?
sei un giornalista dico io a gente tipo Mentana , e dovresti aver saputo quel che è successo pochi giorni fa in finlandia.

Un gruppo di ragazzini vanno a scuola e non tornano a casa perchè, nel frattempo, uno stronzetto da quattro soldi ha pensato bene di riempirli di piombo?

non a secondigliano, ma in un solitamente placido paesone finlandese.

A me questo tipo di ‘informazione’ ricorda cupamente altri periodi di questa bislacca democrazia trifolata…


Però Mallinza

cosa risolverebbe la sospensione del campionato di calcio?

in che modo una sospensione temporanea dei campionati di calcio risolverebbe il fracicume (come lo chiami tu) nell’intimo…

Te lo chiedo con sincera curiosità…

 
At 11:31 AM, Anonymous Manu said...

Bah, bah, bah e ribah.
Siamo tornati ai tempi del g8 di Genova.
La “giustizia” sta o di qua o di là, o dalla parte dei “ragazzi che picchiavano” o da quelle dei “poliziotti intervenuti per sedare”. Carlo Giuliani vs Bolzaneto, venghino signori venghino.
La solita paura della verità.
Un poliziotto si è messo a giocare con la pistola quando proprio non doveva, e ha ucciso una persona. Reato grave, gravissimo, da giudicare e condannare senza esitazioni.
Dall’altra parte qualche centinaio di squadristi ha approfittato per assaltare commissariati, roba che nemmeno più a Baghdad.
Ma ci vuole tanto a dire che il poliziotto si merita un’adeguata condanna per omicidio, e quegli altri si meritano allo stesso modo un’adeguata reazione dello Stato prima in termini di sacrosante manganellate, poi in termini di condanne per vandalismo, terrorismo e quant’altro?
E invece no, il reato del poliziotto giustifica quelli degli ultrà e viceversa.
Questa è mancanza di cultura della legalità.
-
E comunque buongiorno a tutti.

 
At 11:37 AM, Anonymous loziodibari said...

Semplice e diretto.

Colpevole il poliziotto, nelle more del completamento delle indagini (insomma, ha più o meno ammesso).

colpevoli i bastardi che hanno spaccato auto pagate a rate, incendiato beni pubblici che pagheremo a rate, picchiato lavoratori che pagano le rate.

Obbligarli a pagare i danni, potrebbe essere già un primo passo.
E qualche annetto al fresco nelle prigioni di Tucson, a pane e acqua.

Ma la prigione non la faranno, come la quasi totalità dei farabutti del paese.
E i danni li pagheranno i papà, avvocati o ingegneri.

Lo sapevate che a Bari il capo ultrà biancorosso, fino a pochi anni fa, era figlio di un dentista miliardario?

Adesso, smessi i panni ultrà, fa il dentista miliardario.
***

Morale: l’accusa di terrorismo, per quanto iniqua e poco attinente ai fatti, la condivido, nella speranza che il timore di incorrere in pene più severe calmi i loro bollenti e vigliacchi spiriti.

E per finire... la serie b aveva detto che non avrebbe giocato comunque per protesta sui diritti tv ERGO Buffonata al quadrato.

 
At 11:50 AM, Anonymous lalla said...

Io volevo dire che non sono d’accordo con il delirio giornalistico che si sta montando.

Insomma non mi interessa parlare di questo o di quel fatto è la stampa che sta creando un clima da trincea..e per questo sono daccordo con l'ironia del topic di luca

E' tutto un po’ fuori luogo,come quando c’è il caos e si sceglie di andare a nascondersi nella propria tana.

Ormai in Italia il giornalismo sta diventando sempre più uno strumento politico, c’è un capo e il capo ha dei chiari progetti e percorsi.

E i giornalisti cosa sono?

Anche io vorrei fermarmi per un po’ sul problema di questo Stato carente, di una polizia che sta montando la violenza e ci sono dei piani sbagliati da cambiare...da verificare.

Domenica s’è aizzato un fuoco già acceso e questo non è possibile da parte di chi deve (è il suo mestiere) difendere.

Non discuto il gesto del singolo, discuto il comportamento del gruppo.

Ma come si può discutere quando per ogni evento la stampa crea un allarme? Allarmi ruomeni, Allarme rom, allarme Erasmus capite allarme Erasmus !!!!

Così per dire… in HP di repubblica e corriere non c’è più neanche un trafiletto sul poliziotto, ma abbondano notizie sui ‘terroristi’ e sulle misure precauzionali da prendere… un morto fa meno notizia di 4 macchine bruciate…e così via.

Per questo ho deciso di postarvi la
definizione di terrorismo tratta dal De mauro: metodo di lotta politica utilizzato da gruppi rivoluzionari o sovversivi che, considerando impossibile conseguire con mezzi legali i propri fini, tentano di destabilizzare o rovesciare l’assetto politico–sociale esistente con atti di violenza organizzata
*
sempre dallo stesso vocabolario posto la definizione di ‘terrorismo psicologico’: metodo di intimidazione basato su una continua pressione psicologica finalizzata a influenzare i comportamenti e le opinioni delle persone.

Ora, mi chiedo se questi teppisti che hanno devastato beni altrui abbiano in qualche modo avuto l’intenzione di destabilizzare l’assetto politico-sociale esistente… e risponderei positivamente solo nel caso in cui il sistema di informazione ufficiale mi convincesse -tramite una continua pressione psicologica finalizzata ad influenzare i miei comportamenti e le mie opinioni - che questi quattro gatti abbiano in qualche modo tentato di attentare le istituzioni italiane…

Ripeto: un po’ come la storia delle armi di distruzione di massa in iraq… alla fine la gente comune era convinta che ci fossero veramente…

Come si possono applicare con serenità le leggi quando si parla a mezzo stampa in modo totalmente e volontariamente sbagliato?

Insomma il punto in tutta questa storia è il ruolo dei mezzi di informazione…

 
At 11:53 AM, Anonymous Peppe o lumbard r' o sud said...

Assafaramaronn' luca!
è superfluo fermare il campionato, la misura danneggerebbe quelli che si divertono GUARDANDO tale spettacolo.
Un buon provvedimento sarebbe invece sottrarre gli sponsor ai club.
Si sgonfierebbe tutto l’affare ed a seguire tutti i circensi da esso prezzolati induttivamente.
Si vedrebbero telegiornalisti più sgonfi giugularmente, alleanatori più propensi a scambiarsi pacche sulle spalle piuttosto che tomaiate sulle pacche.
Io prevedo addirittura calciatori desalivati…

but, I am a a dreamer

 
At 3:25 PM, Anonymous birrachiarainlattina said...

Degli ultrà non mi frega niente.
Ogni considerazione in più è loro motivo di vanto.

Sospendere il campionato per un pare d'anni è un ottima provocazione del mallinza , sopratutto a chi come me ne ha i coglioni pieni del calcio.

Viceversa mi interessa questa forma di controllo basata sull'istigare il terrore nelle persone ....

Ha ben ragione lalla nel suo post.

Già tutti dimenyichiamo che sotto il terrore attentati a Londra venne ucciso gratuitamente un ragazzo Brasiliano...ci dimentichiamo di ogni cosa noi.

Concateniamo tre fatti:

1) uomo ucciso di botte in carcere durante il fermo per possesso di due piante di marijuana (14 ottobre)
-
2) ragazzo ucciso mentre dorme da un poliziotto (11 novembre)
-
3) beni privati distrutti da ultras (11 novembre)
-
in tutti gli esempi la giustizia farà il suo corso… il primo caso fatica a trovare anche un trafiletto sui giornali… il secondo caso è sulla bocca di tutti (dove però non è la morte in sé a far parlare… è il fatto che si tratti di un tifoso…)

Il terzo caso invece diventa il cuore del problema… in italia ci sono dei terroristi di destra che stanno destabilizzando questo paese…(cazzo ce ne siamo accorti ora!)

E continuando ad elencare i fatti

Si è detto che “un tifoso laziale era morto durante una rissa contro degli ultras juventini…”

Ora, logica vorrebbe che - non conoscendo ancora esattamente la dinamica - si parlasse di un ‘cittadino’ morto in un autogrill in seguito ad una sparatoria con la polizia con una dinamica ancora da stabilire…”

Invece (chissà perché) la notizia è stata subito di ultras che si sono sparati contro… poi di un poliziotto che spara in aria e un proiettile che plana sul collo di un ragazzo che dormiva… poi che aveva mirato alle gomme… tant’è che tutti (tutti…) sapevano ciò che sarebbe successo… soprattutto i responsabili delle false informazioni…

Alla fine ciascuno degli accusati verrà giudicato secondo giustizia… ma la manipolazione della realtà mi pare così oltraggiosamente evidente da portarmi a pensare ad un sonno borghesissimo della ragione nelle persone…

non conta l’evento… conta come viene raccontato…

E ora che si fotta pure il calcio ma questo terrore che ci stanno piazzando al culo ci fotte tutti capito tutti, perchè poi tutti e ripeto tutti chiederanno controllo ordine e disciplina , e si eleggeranno lo sceriffo o il camerata di turno in grado di promettergliela.

 
At 3:32 PM, Anonymous Anonimo said...

ZZZ...


PROPONGO I MIEI VERMI AL TITOLO DI VERMI SCERIFFI GIUSTIZIERI

UNA LUNGA PUTREFATIO LA CUI FETIDA MANO MORTALE IN UN SOL PUGNO TUTTO SI INGHIOTTIRA'

E ALLOR SI, VEDREMO SORGERE IL SOL DELL'AVVENIR , VIVERE POTREM LIBERI ET IN LIBERTA' GIOIR...

VIVA I VERMI , VIVA LA PUTREFATIO

 
At 6:34 PM, Anonymous PaleMMMitana said...

se servisse a qualcosa, luca, rinuncerei allo spettacolo del calcio, che amo tanto, se solo servisse.

ma non credo.

sono le persone da condannare,
non lo sport.

 
At 1:46 PM, Anonymous Pau said...

Mah sì un paio d'anni senza i fighetti pettinati che tiran calci alla palla e ci dedichiamo tutti al tifo di uno sport sano e spettacolare come il Rugby ...

So che il mallinza ne è amante.

A proposito di stampa avete presente i fatti di perugia su cui hanno scritto di tutto e di più.
Condanne agli erasmus , quelli che si fumano le cannette sgozzano giuovani inglesi, e via accussì con la fiera del luogo comune...

Beh adesso? tipo i danni al Lumumba chi glieli paga (e di danni se è innocenti ne ha subiti non pochi) senza contare che l'ammmericana per il fatto che è ammmericana prima o poi si salva il culo e il giovane barese avendo il padre potente pure ne uscirà...

Insomma l'inglesina si è sgozzata da sola almeno che non trovino qualche poraccio su cui addossare le colpe....

Secondo me ci azzecco su molti di questi punti.

 
At 1:31 PM, Anonymous Simo il Toscano said...

già a proposito di ciò....

Perugia , è tappezzata di manifesti di quei simpaticoni di forza nuova con tanto di foto dell'ammericana e del nuovo africano arrestato con scritto "CONTRO LA DROGA VOTA FORZA NUOVA"

Dè Andiamo bene ...

 
At 1:37 PM, Anonymous Ideologo brasazio said...

Minimalia loquitur: leggendo le rivelazioni (? un conto è sospettare un conto è sapere) su Rai/set, ho pensato due cose:
1) forse Berlusconi ha ragione quando dice che non c’è stato nessun editto di Sofia, giacché ci pensavano lorsignori a consultarsi ed agire;

2) finalmente, come corollario davvero poco importante ma soddisfacente per la mia ostinazione, forse qualcuno comincerà a considerare diversamente le opinioni espresse in Rai e Mediaset in ogni campo, anche quelli apparentemente irrilevanti, come il calcio durante gli ultimi anni...

E con questo penso di chiudere l'argomento Stampa a tutto campo...

Della serie Mallinza un nuovo topic?

 
At 1:44 PM, Anonymous Ramones said...

Beh a questo punto come già fanno Simone (ciao livornese!)ed il nostro ideologo misterioso (neanche tanto) famo noi senza il mallinza che sarà affaccendato a rincorere pischelle o rime beatnik..

Questa cosa sulla Rai è bellissima.

Ho sempre sbagliato a non sentirmi italiano, a maledire il potere, a credere nella forza dei cattivi.

Dio come amo questa nostra terra.

Leggetevi le intercettazioni, vi prego.

E non rompete i coglioni con il “tanto già si sapeva”, altrimenti vi invito a soppesare con garbo la differenza che esiste tra chiedersi dove va la moglie alle 5 del pomeriggio e trovarla a pecorina con alle terga considerazioni che non sono le vostre.

 
At 1:49 PM, Anonymous Manu said...

Zio...sono in arretrato causa questo mio piccolo momento di vacanza a Paris.

Avete ragione voi (intendo luca Fede tra i più filo-parigini)e mi cospargo il capino di cenere:

Paris è indescrivibile, mica lo sapevo che mi avrebbe incollato gli occhi ad ogni passo di rue, boulevard, giardino, ponte, casa, museo, ristorante, acqua, marciapiede, tramonto, gargoyles, greci, ebrei, scioperi, giapponesi,

gentili i francesi? Oui.

E poi ho mangiato tre macarons, un croissant e un Millefeuille à la Vanille da Hermè e il mio fidanzato mi ha scattato delle foto, seduta sulla panchina con le dita inzuccherate, le guancie rosse e la crema Infiniment Vanille che mi sporcava tutta.

Bisous

Ps . mi leggerò le intercettazioni e mi metto alla pari

 
At 8:23 PM, Anonymous ORONZO LAMERDUTA said...

PEZZONALMENDE PENZO CA I SIGNORI MIMUM E ROSSELLA SONO DEI GRANDE FETENTONI CA SI PRENDOONO GIOCHE DELLA POVERAGGENDE!

EPPOI PENZO CA E ORA DE FENIRLA DE BUTTARE BENZINA SUFFUOCHE PARLANDO MALO DE I G8....

CA GI-OTTO E STATO NU GRANDO PETTORE MEDIEVALE CA S'ANVENTATO LI FAMOSI CERCHIE DE GI-OTTO

RESPETTIAME LO GENIE ITALICHE PEFFAVORO!

 

Posta un commento

<< Home