mercoledì, novembre 29, 2006

Acqua ed imbecillità radiofonica

Visti i post precedenti noto che vi piace assai parlare di radiopopolare.
Radiofonia gioie e dolori.
Non è per essere un filino fighetto e snob che se la tira ma il panorama radiofonico globale lascia alquanto perplessi se non disgustati.
Questa mattina mi è capitato di finire per sbaglio con la sintonia su una radio di quelle che piacciono tanto ai "giuovani" con gli immancabili canti sdolcinati e languidi e gli altrettanto immancabili UNTZ UNTZ.
Ebbene due soggetti commentavano con un fare tra il ridanciano ed il fine sfottitore un articolo comparso su "Liberazione" di una certa "Vandana Shiva".
Costei secondo i due genialoidi in questione scriveva grandi "porcate" su Pepsi e Coca Cola e tra una risata e l'altra si domandavano chi fosse l'autrice dell'articolo in questione con quel nome da Karate Kid e quell'incedere nella scrittura simile alla leggenda metropolitana del topo morto nelle big bubble.
Innanzitutto questi due giovani idioti non sanno che la "certa Vandana Shiva" è La dottoressa Vandana Shiva un’esperta di fisica, ecologista, attivista, editore e autrice di molti libri.
In India ha fondato Navdanya, un movimento per la conservazione della biodiversità e per i diritti dei contadini ed è una delle massime esperte sul consumo delle risorse idriche nel mondo.
In secondo luogo la cosa mi ha incuriosito non poco e sono andato a leggermi il tanto deriso articolo. Come sospettavo è un articolo molto bello ed interessante come molti dei libri della dottoressa Shiva , e, le porcate sono come sempre quelle commesse dalle suddette corporation piuttosto che quelle inventate dalla signora Shiva.
Il problema dell'acqua per noi che stiamo da questa parte del mondo pare un problema fantasma ma (vedi Evo Morales Bolivia) in parti del mondo meno fortunate di noi molti ci costruiscono campagne elettorali sul diritto all'Acqua;un bene primario su cui stanno ormai stringendo i tentacoli molte mutlinazionali.
Anche la radiofonia è ormai stretta in una morsa fatale: preferisco cento volte radiopopolare con le sue pallose campagne abbonamenti che un panorama radiofonico colonizzato da certi imbecilli.

Per l'articolo di Vandana shiva : http://italy.peacelink.org/consumo/articles/art_19511.html

16 Comments:

At 1:40 PM, Anonymous Pro-Global said...

Signor Blogmaster :

Per portare l’acqua ai suoi rubinetti, e a quelli dei boliviani, occorre costruire acquedotti, tubazioni, impianti di depurazione. Occorre alimentare con energia tutti questi impianti, sorvegliarli da sabotaggi e atti terroristici, farne la manutenzione e rimpiazzarli quando si guastano o diventano obsoleti.
Non e` un lavoro da poco. Puo’ essere affrontato dallo Stato, se ne ha le risorse finanziarie e tecniche, o altrimenti richiede l’intervento di un’azienda specializzata, francese, turca o cinese che sia, che dovendo pagare materiali, stipendi, e tasse, necessita anche di consistenti entrate.
La cosa piu’ semplice e` far pagare chi usa l’acqua, cosi’ che un’industria o un latifondo che consumano 1 milione di litri al minuto pagano di piu’ della vecchietta che ne consuma 100 litri al mese.
Oppure si puo’ includere il costo degli impianti idrici nelle tasse, incoraggiando lo spreco d’acqua (tanto le tasse le paghi sia che consumi l’acqua sia che non la consumi, e allora consumiamo) e perdendo soldi per pagare gli impiegati che controllano e percepiscono le tasse sull’acqua. Ma in nessun caso l’acqua puo’ essere gratuita, a meno che non si facciano lavorare gratis i tecnici che provvedono alla manutenzione degli impianti.

L'articolo di Vandana shiva è molto interessante ma il signoe Evo Morales sta attuando una politica trufaldina nel non pagare tali spese.

 
At 1:47 PM, Anonymous Cavozzi said...

Signor Pro-global, bello il suo pistolotto, ma purtroppo l’acqua è un bene primario ed è pertanto dovere e ripeto DOVERE di uno stato provvedere che lo sia ….questo in una moderna democrazia.
Le vorrei ricordare che non si parla di bollette ma di SCIACALLAGGIO ovvero lucro , business, arricchimento spropositato di pochi ai danni della comunità su un bene primario.
Purtroppo anche in Italia (nel Lazio in alcuni comuni ad esempio) questa multinazionale sta sciacallando con prezzi esorbitanti e servizi non paritari al prezzo , in questo senso report ha fatto un intera trasmissione sul problema.
Il problema non è pagare le giuste bollette della rete idrica che uno stato deve provvedere a creare e a farne la manutenzione (le tasse si pagano anche per questo lo sa?) il problema è il creare un azienda con scopi prevalentemente dediti al lucro su un bene come l’acqua.
Conosco bene la situazione Boliviana e le assicuro che si tratta di Sciacallaggio.
Per inciso tale multinazionale Francese è molto attiva anche in molte zone dell’ India……Complimenti a Vandana Shiva per l'articolo .
Liuck il problema non è tanto delle altre radio ma quanto del decadimento delle stessa radiopop
ti abbraccio

 
At 1:50 PM, Anonymous Gianni said...

Sarebbe gravissimo se veramente uno stato subappalterebbe il bene “Acqua” a questi pirati dell’economia moderna!
Arricchirsi sull’acqua è purtroppo una cosa già in voga da tempo ai danni delle popolazioni povere….una recente puntata di Report ne ha evidenziato le situazioni peggiori (tra cui la Bolivia).
I signori come pro global (ma che cazzo di nick!!) sono pregati di non venir qui a tener inutili lezioni di morale. Sostenitori di un paese in cui curarsi la salute è pagare pagare pagare e curare gli ammalati è arricchirsi arricchirsi arricchirsi.
Tacciano costoro , con i loro inutili panegirici che non servono a nessuno.
Intanto caro il mio pro global mi godo Chavez che nazionalizza il petrolio alla facciazza vostra , mi godo Mandela che non vi permette più di sperimentare il farmaci sull’AIDS in Sud Africa (che poi rivendevate a 10 volte tanto a quel paese in cui usavate le cavie umane! ) , e francamente mi godo anche Evo Morales che si è fatto ristrutturare la rete idrica e ora non ve la paga….Tanto con i massacri e la povertà che avete creato i questi continenti con loro avrete debiti fino all’eternità.
Consideri questi tre atti come un piccolo esproprio proletario.
Voi avete espropriato schiavizzate e tramato nell’ombra per 40 anni e queste cose ve le meritate.
Sentite Condoglianze

 
At 1:54 PM, Anonymous Manu said...

Ho letto l'articolo .
Vabbè ci tengo a dire che io la Coca Cola purtoppo la bevo (non come luchino che è allergico) però devo dire che non fa una grinza.
Si magari sembra troppo apocalittico ma al giorno d'oggi ci si può aspettare di tutto.
I due conduttori che canzonavano Vandana Shiva sicuramente facevano parte di quella schiera di poverini che dalla tv munnezza ormai convergono nei maggiori network radiofonici.
E se devo dirvela tutta qui a San polo c'è controradio che nella sua pochezza mi fa rimpiangere addirittura Tiziana ricci .

 
At 1:56 PM, Anonymous Pro-Global said...

L’acqua e` un bene primario e nessuno la fa pagare. I fiumi, i laghi e la pioggia sono a disposizione di tutti, e gratis.
Quello che invece non e` ne’ gratis ne’ un bene primario sono gli IMPIANTI IDRICI (depurazione, disinfestazione, convogliamento..). Si tratta di macchinari da costruire, manutenere, pagando personale.
E` quindi logico e giusto che gli utenti di queste reti idriche ne paghino il costo.
El senor Morales non durera` molto: la sua politica anti-economica sta portando alla disoccupazione di massa, mentre la reputazione della Bolivia tra gli investitori sta precipitando. Dollari e euro scappano via per raggiungere nazioni piu’ accoglienti e politici meno rapaci.
“Evito” potra` sempre pagare la gente in foglie di coca

 
At 2:01 PM, Anonymous Pau said...

Pro global? ma chi cazzo è questo pro global????
Quando leggo le fregnacce di sto pirla mi faccio delle grasse risate! un continente che è nella povertà più assoluta da secoli ora starebbe andando in rovina a causa di un presidente eletto da pochi mesi? buuuuuuuu
Si dimentica dei governi fantoccio dittatoriali sostenuti dai suoi amici yankee! ridicolo

 
At 2:05 PM, Anonymous Ramones said...

Ogni giorno, per una mia indecifrabile “malattia mentale”, cerco di capire cosa mi succede intorno ricercando notizie, informazioni, articoli, ecc.. ed ogni volta che le trovo aumenta in me uno strano “senso” di nausea e di schifo.

Troppe volte sentiamo dire… “quelli stanno rovinando il mondo”;… “loro comandano su tutti e tutto” e via discorrendo.

Giusto.

Giustissimo direi, ma… chi sono “quelli” o “loro”.
Quali i loro nomi?
Dove sono fisicamente?

Dunque.. a capo di tutto ci sono i soldi (e questo è chiaro) ma da soli non bastano.

Per esercitare un potere serve anche la politica ed i militari.

Poniamo allora il caso che uno Stato a regime dittatoriale, a seguito di eventi vari, riesca a “democraticizzarsi”.

In primo luogo avrà bisogno di soldi… e dove può prenderli?

Semplice.. al Fondo Monetario Internazionale (FMI)

Il FMI glieli darà facendoli sottostare a determinate condizioni.

1) devi farmi sfruttare tutte le tue risorse naturali (petrolio, diamanti, ecc..)
2) devi farmi mettere, sul tuo territorio, alcune fabbriche che inquinano
3) devi darmi anche manodopera a basso costo… (resta inteso che le fabbriche restano di mia proprietà e non dovrò avere limiti allo sfruttamento delle persone)
4) devi armarti per combattere (x me) contro lo stato canaglia confinante e per fare ciò devi comprare le MIE armi ed farti addestrare dai MIEI uomini.

Succede, così, che più della metà dei soldi avuti in prestito ritornino direttamente nelle tasche di chi il prestito lo ha erogato (le banche sono i veri commercianti d’armi).

Dopo un po’, finiti i pochi soldi rimasti, il neo staterello si rivolge nuovamente al FMI per ottenere un nuovo prestito… e qui scatta il gioco.. il tranello.

Si, il tranello.
Perché se lo staterello avrà combattuto bene e avrà fornito manodopera a basso costo allora un nuovo prestito lo otterrà altrimenti, se non ha ottemperato a quanto richiesto,: “NON AVRAI ALCUN PRESTITO PERCHE’ SEI UNO STATO BELLIGERANTE, CHE SFRUTTA IL LAVORO DI UOMINI, DONNE E BAMBINI”.

Capito?
Prima li costringono alla guerra (facendo aumentare i campi profughi) ed allo sfruttamento e poi li accusano di essere aguzzini.

Ma quali sono le industrie che mettono sede in questi posti?
Tutte le grandi multinazionali.

L’abbattimento degli alberi nella foresta amazzonica serve anche ad aumentare la capacità produttiva di certi allevamenti di bestiame (che vengono tirati su con gli antibiotici).

Siamo sicuri che la guerra in corso la voglia veramente Bush o dietro c’è la Esso?

Il regime dittariale Birmano fa comodo a tanti (manodopera a basso e prezzo e nessun diritto) e intanto Disney, Total e Pepsi Cola, che appoggiano il regime, fanno grandi affari.

E la Coca Cola che fa?
Sta a guardare?
Pensate che i lavoratori colombiani le hanno intentato causa perchè usa vere e proprie squadre della morte per “minacciare” i dirigenti sindacali che intraprendono battaglie per i diritti dei lavoratori.
Nei primi sei mesi del 2001 sarebbero stati uccisi 50 dirigenti sindacali, 128 lo scorso anno, piu’ di 1500 negli ultimi dieci anni.

La Philips Morris vede diminuire i fumatori (grazie alle campagne antifumo) nel nord del mondo e nell’occidente sviluppato e allora che fa? Incentiva il fumo nei paesi sottosviluppati.

La British American Tabacco (quella delle Lucky Strike) sta vietando l’uso di un medicinale contro la malaria perché potrebbe danneggiare le piante di tabacco.

In alcune zone del mondo non viene assunta gente istruita o che abbia parenti istruiti o iscritti al sindacato.

C’è già chi, lungimirante, sta imbottigliando acqua africana per rivendergliela in bottiglia.

Non continuo nell’elencare tutto altrimenti non finirei più ma è evidente il connubio assassino che lega Banche , Multinazionali e Politica.

Una volta chi “comprava” uno schiavo lo pagava anche parecchio e la sua morte equivaleva ad una perdita di denaro ed il “padrone” badava affinché lo schiavo non si ammalasse.
Oggi non è così.
Gli schiavi sono a prezzo zero… e possono morire.

Le industrie farmaceutiche americane vanno nello Zaire, sperimentano vaccini contro l’AISD ed appena hanno risultati positivi vanno a depositare il brevetto. Sarebbe normale se poi continuassero a curare le “cavie umane” (almeno per riconoscenza) ma invece le abbandonano al loro triste destino (molti esperimenti riguardano donne incinta e gli effetti sul feto)

Ciò che queste “entità” vorrebbero è che noi fossimo tutti “UOMINI DI PONGO” per “plasmarti” a loro piacimento e per “distruggerti” nel momento in cui in te nasce una coscienza.

E allora… prendetevi tutto ma non il mio “BRAIN”.

Fanculo

 
At 2:10 PM, Anonymous miguel merdinez said...

Quando emetto i miei fantastici piritazzi spesso creo nebulose sciacauate di mutanda....
Come potrei vivere senza l'acqua ?

 
At 5:47 PM, Anonymous Lumbard d'o sud said...

Assafaramaronn!
Lo zio ramones si è scatenato con il post! ne avevi di cose da gridare....:-)
Le radio commerciali le conosciamo tutti che ti vuoi aspettare luchè?
Questo pro global è veramente patetico nei suoi proclami e due so' i fatti o è una cazzimm oppure si diverte a fare lo sciacallo.

 
At 5:53 PM, Anonymous Simo il Toscano said...

Mah che c'è da lamentarsi che radiopopolare me la ascolto pure io in streamin la budella de so ma'!
Le altre radio sono una vera cagata. Certo che due conduttori che si mettono a ridicolizzare vandana shiva orkamarosca...son grulli di molto!
Alla fine ho letto l'articolo sul link e mi son pure fatto prendere da follia anti globalizzazione e guardando questo mondaccio che pieghe prende ti vien voglia di dare ragione a quel muro vicino allo stadio A. picchi della mia Livorno che recita : + TIFO - POLITICA e di fianco ci hanno scritto HAI RAGIONE W STALIN!!!!
Dhè come dargli torto

 
At 5:55 PM, Anonymous Anonimo said...

Non mi conoscete e voglio rimanere anonimo ma concordo con tutto quel che ha scritto Ramones.

 
At 5:58 PM, Anonymous Palanka è un guru said...

L'ex consulente della Commissione Mitrokhin ha in corpo la sostanza che ha ucciso Livtinenko (sul cui cadavere è stata eseguita l'autopsia). La conferma dell'Agenzia britannica per la tutela della salute. Scotland Yard cerca 5 agenti "deviati" dell'ex Kgb.

Putin è un altro di quei personaggi che rendono questo mondo una chiavica!

 
At 6:50 PM, Anonymous Cavozzi said...

In quel paese fa Tolstoj a Bulgakov nulla è cambiato.
Ricordo di quando si discuteva (anche con il mallinza) di quanto i racconti di Gogol fossero imperniati sull'assurda mafia burocratica zarista e di quanto ne fosse altrettanto intriso "il maestro e margherita" di bulgakov sebbene una rivoluzione proletaria fosse passata tra i due scrittori in questione.
Nulla è cambiato nemmeno dopo la rivoluzione di eltsin in quel disgraziato paese .
Putin e la sua accolita di ex KGB continuano ad esercitare il potere in modo autoritario e con metodi assassini degni del peggior lucky luciano (vedi Cecenia e omicidio Politvskaja). L'episodio Livtinenko è altrettanto grave e probatorio della mia tesi.
Il problema sta nel fatto che Putin ha fatto vedere anche con KodorKowsky di poter mettere a tacere le stesse oligarchie a lui avverse e che le enormi risorse di cui possiede le chiavi costringono i paesi occidentali ad essere sempre light nei giudizi.
Ha un bel da fare la povera Vandana shiva (sempre grande nei suoi scritti e nelle sue denuncie costruttive) per cambiare le cose in un mondo in cui le principali risorse sono in mano ad un ex direttore del KGB e le restanti ad un pazzo ultraclericale come Ahmadinejaad , il tutto con la gendareria USA a far guerre per accaparrarsi le fette migliori.
Che bel panorama!

 
At 6:56 PM, Anonymous Ramones said...

Finalmente il buon Livornese (ciao Simone!) ha scritto un post che va al di la del c'andate in culo :-)

Su Putin nemmeno mi esprimo...un tale criminale non merita attenzione.

Si attende da tempo il primo post della compagna Trasparini....
Franceschina dove sei finita?

 
At 2:18 PM, Anonymous Simo il Toscano said...

Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

 
At 2:22 PM, Anonymous 100%YODA said...

Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

 

Posta un commento

<< Home