giovedì, dicembre 01, 2005

AIKI - TAISO e TEATRO

Ieri sera corso monografico con un attrice di cui non ricordo bene il nome.

Molto interessante come ogni lezione di quelle che sto seguendo quest'anno ,
lezioni con insegnanti che hanno la capacità di donarti frammenti emozionali con
immensa generosità nel farlo.
Momenti molto forti in cui interagisci con i tuoi compagni creando reazioni particolari ed emozioni che da anni erano rimaste sepolte nel profondo dell'anima ricoperta da anni di palta-birra-fumo-nicotina-stress-frustrazioni.

L'insegnante di ieri sera ci ha fatto fare un riscaldamento training che mi pareva di conoscere bene.
Lentamente mi rendo conto che era Aiki taiso;
la ginastica dell'aikido o forse la ginnastica dell'anima.
Mi sono tornate in mente le sere in cui frequentavo il Dojo di Masetti Sensei insieme al mio amico Santacruz e ad una serie di soggetti indescrivibili.
Alla fine chiedo a Milena (ecco come si chiamava l'attrice:Milena)
" quello era Aiki Taiso? " lei mi risponde affermativamente e mi racconta di essere stata allieva di Andrè Conard.
Allora mi torna in mente un libro prestatomi dal mio amico Santaz (Aikido il corpo dinamico, Aikido il corpo Filosofo) e di nuovo penso al dojo di via Bengasi strapieno di fasci e di personaggi stranissimi per nulla fasci.
Conard in quel libro parlava di come lui allievo del maestro Akira Kobayashi vedesse l'aikido secondo criteri di pace e serenità a differenza di altre scuole di pensiero
conservatrici e di estrema destra.
Ho pensato che l'Aikido era meraviglioso ma forse non ero pronto a condividere le mie serate con una serie di "fanatici" simpatici ma pur sempre "fanatici".
Anche qui teatro siamo tutti un po' "fanatici" ma meno pericolosi.

Beh è stato bello ritornare per una serata ad unire le mie ultime passioni "il Teatro e l'aikido".

14 Comments:

At 4:47 PM, Anonymous Pizza e fichi d'india said...

Mallinza che ti sei fumato quando sei tornato a casa?
il fatto e' che tutto ciò è comunque simile alla religione.
la religione e' un archetipo ''forte'', che attrae un po' tutti coloro che si vogliono dare contenuti forti.
- lo sport, come fa notare coen in un articolo su repubblica
- la politica: comunismo (pensiamo alla mummia di lenin), nazismo, berlusconi, ogni nazionalismo, chiunque insomma.
- il mondo dello spettacolo, soprattutto la musica rock
- il mondo della produzione e del marketing.

se vuoi ottenere qualcosa devi creare una mitologia attorno a quel qualcosa

 
At 4:48 PM, Anonymous Anonimo said...

zzz
PROPONGO UN TEMA PIU' INTERESSANTE:

L'INFLUENZA DELL'EFFETTO SERRA SULL'ALLEVAMENTO DI VERMI

 
At 4:50 PM, Anonymous Pau said...

Lo sport una religione?

se lo sport e` una religione, Thuram dovrebbe essere papa o almeno cardinale.
Thuram, l'unico gobbo che manderei in parlamento piuttosto che ai lavori socialmente utili

Le arti marziali invece sono una miscellanea di fasci per lo meno a Milano....meglio il teatro

 
At 4:52 PM, Anonymous Gianni said...

Dove sono finito?
Ieri ero nei meandri della grappa e ora... ah ecco è il blog del mallinza!
bene bene iip! piii! up! iuk!
si va bè è vero io bevo molto ma anche voi non siete mica normali che topic è questo?

 
At 4:58 PM, Anonymous L'antifanatico said...

Il ragionamento di pizza e fichi non è sbagliato, anzi... Pensandoci bene, è evidente che lo sport così come le arti marziali e lo spettacolo (e pure il teatro )presentano tempi, rituali, fanatismi, simili a quelli delle religioni.
Sono ateo e anticlericale: è forse per questo che mi infastidiscono l'idolatria nei confronti di certi personaggi e l'arroganza di certi vescovi del teatro (Fo, Albertazzi, Corsetti ecc ecc) ?
Può essere...

 
At 5:04 PM, Anonymous Francesca said...

Io non mi sento affatto "riunita in nome dell'Uno" in nessuna comunità, nè mi sento "conquistata" da questo "rito" collettivo(?) che, anzi, mi infastidisce non poco. Può darsi che Kant abbia ragione ma se lo sport è come una legge penale io credo di essere "fuorilegge".
Personalmente sento di avere bisogno di nuovi eroi (e di diversi stimoli) e se non esistono devo assolutamente crearmeli. Forse questo "bisogno mentale" è lo stesso che muove chi segue il corso di teatro come il mallinza, o di chi impara i Kata nel dojo o di chi segue lo sprt , appunto. Tuttavia non mi sento coinvolta nè partecipe. I miei nuovi eroi sono altri. Sono per esempio i pinguini del film "la marcia dei pinguini", oppure le balene che si arenano lasciandosi morire, o le tigri del Bengala, o anche solo i lupi del Lazio uccisi dai pecorari di Forza Italia.
Oggi il campione sportivo non è più il Binda o il Dorando Petri di una volta.L'attore non è più Albertone o Marcello Mastroianni...
Non riuscirei mai ad amare un atleta o un attore miliardario e semianalfabeta, con una moglie di gran lunga più bella ed intelligente di lui, viziato e coccolato dai media.
Un privilegiato, insomma che mi dà più l'idea del debosciato che del campione.

 
At 5:08 PM, Anonymous Ramones e fichi said...

?????????????????????????????????????????????????????????????

Eh????????????????????

Traspa ma che stai a ddì?????
non si capisce nulla ! ma che c'entra mo' il ragionamento che hai fatto con il topic?
Forse perchè pure quel topic è un casino?

Lo sport i miliardi ma che ti sei cambiata pusher pure tu?
Avete lo stesso pusher tu e il mallinza?

 
At 5:09 PM, Anonymous Anonimo said...

zzz
TUTTO CIO' E' DISDICEVOLE

NEPPURE UN POST IN TOPIC

I TROLL UCCIDONO IL BLOG

IL BLOG MUORE!!!

 
At 6:03 PM, Anonymous Manu said...

Beh luchino sicuramente una bella serata....
Ma non ti sei scostato molto dalla linea fanatismo...
Del resto tu sei sempre stato estremo in ogni cosa.
Ad esempio ci fu un periodo in cui odiavi i teatranti con la stessa foga con cui ora ami i tuoi insegnanti (teatranti anche essi) .
Come dice lo zio :
hai sempre bisogno di creare una sorta di mitologia del bene o del male (e qui torna il taoismo) attorno a qualche cosa.

 
At 6:07 PM, Anonymous lalla said...

Antifanatico....non ti sembra troppo definire vescovi del teatro Fo e barberio Corsetti?
Forse forse ti sei dimenticato pure Moni Ovadia.
Ben vengano costoro altrimenti saremo costretti a Perire tra i nuovi comici inutili di zelig privi di talento puro e nauseanti come i loro inutili tormentoni letali che definirei "Televisivi"
So che molti non saranno daccordo ma non ne posso più

 
At 12:11 AM, Anonymous santarosola said...

minchia linz stavolta ti hanno dato tutti addosso! non so se per mostrarsi come i "veri fanatici", o per prenderti in giro indirettamente per la storia di liberoblog.

io invece non posso che concordare con te riguardo a insegnamenti e scoperte di vita che possono donarci certe arti, vissute come disciplina. certo, molto dipende dai personaggi con cui capita di dover condividere parti del percorso (i "maestri", i compagni), ma tutto sta solo nell'esserci o non esserci...... va bè stasera ho fumato troppo anch'io.....

e poi è vero che certi "generi" (tutti) sono il covo di fanatici di ogni risma, e questo non certo per caso ma per le caratteristiche stesse di ognuna di queste arti, però proprio dentro l'arte c'è sempre anche tutta la possibilità di superamento di qualsiasi religiosità.

buonanotte. comunque mi è venuta voglia di fare teatro, magari nella prossima vita. in questa invece vorrei far fare judo a isham, penso che possa servirgli parecchio, ma, appunto, vorrei evitare di mandarlo in una gabbia di pazzi.

ultima nota tecnica (le solite imprecisioni nelle citazioni del malleso): "aikido, il corpo cosciente" (non "dinamico"), di andré cognard (non conard)

 
At 10:26 AM, Blogger lucamallinza said...

Siiiii
Santaz mandalo Isham a fare judo daiiiii ....
ce lo vedo Isham in Kimono che fa lo judoka e secondo me gli fa troppo bene :-).

Le imprecisioni purtroppo ci saranno sempre visto che vado a memoria e sai con tutto quello che ci siam fumati in gioventù ed in vecchiaia la memoria latita...
meno male che ci siete voi a correggerle :-).
Oh santaz una di queste sere quando non ho teatro ti vengo a trovare che è un po' che non vedo i miei nipotini isham e gaia .

 
At 10:28 AM, Blogger lucamallinza said...

dimenticavo di dare tutto il mio maximum respect a lalla.
tessouro io appoggio pienamente il tuo odio verso zelig e verso i tormentoni pallosissimi e inutili del cabaret moderno.

Vedi che hai trovato chi la pensa come te...

 
At 3:31 PM, Anonymous Albi said...

Ma perchè quando si parla di arti marziali e di teatro ci si ricollega sempre al fanatismo mistico di quello
"che ci ha i probblemi cioè.."
Perchè?

Io sono un contrabassista sinfonico ed ho fatto aikido fino a 23 anni ed anche judo da bambino
(santorsola portalo tuo figlio a judo è molto utile) ma non ho mai avuto fanatismi mistici ....

Il mallinza un fanatico?
un estremo secondo la manu?
io direi uno che va a fondo nelle cose , ovvero se le deve fare le fa seriamente altrimenti non le fa ed è questo il suo lato bello.
I suoi lati brutti poi quelli non basta 1 post per elencarli.
HA HA HA HA HA vai luchinoooo

 

Posta un commento

<< Home