giovedì, giugno 23, 2005

NUOVA CACCIA ALL'UNTORE

E' iniziata in Italia una vera e propria caccia all'immigrato. E una caccia ben organizzata.
Ormai ne sono coinvolti tutti : dai partiti, ai ministri, alle istituzioni e con forte partecipazione dei giornali. Una cosa del genere a Milano successe qualche anno fa in gennaio. Ci furono alcune rapine con la morte del povero rapinato e allo stesso modo con la stessa foga venne aperta la caccia ll'immigrato reo senza alcuna prova delle famose 5 rapine in 6 giorni (i primi sei dell'anno).
Mesi dopo i rapinatori vennero arrestati....erano tutti italiani! I giornali (corriere della sera in testa) riportarono la notizia in piccoli trafiletti della cronaca cittadina . Le accuse nei primi giorni dell'anno occuparono le prime pagine , le scuse e la verità sui fatti piccoli trafiletti a metà della 10 pagina un anomalia tutta italiana.
In questi giorni gli immigrati sono accusati di essere la causa prima di un forte aumento della criminalità, di avere messo a repentaglio la sicurezza dei cittadini italiani, e soprattutto di essere i protagonisti di molti stupri e omicidi. A Milano è stato deciso lo sgombero di due baraccopoli e sono state ordinate alcune retate tra i nomadi.
Il motivo? qualche giorno fa una ragazza è stata violentata da alcuni sconosciuti.
Voi direte: cosa c'entra? Tutti quanti dicono che c'entra.
Anche questa volta i giornali, quasi tutti, dedicano le prime due o tre pagine al tema: emergenza-stupri emergenza-immigrati, dicono che le due emergenze coincidono o quasi, specie se parliamo di rom, o marocchini, o rumeni, specie se clandestini, specie se vestiti male.
Tralasciando le dichiarazioni sulla castrazione ai cittadini extracomunitari del ministro Calderoli (la lega è ormai un partito che sfiora la farsa demenziale) concetto praticamente identico a quello del ministro Pisanu, che dopo un omicidio in provincia di Varese aveva invitato a " stare attenti all'immigrazione clandestina, fucina di delitti" , ciò che più preoccupa è il fatto che l'equazione :immigrato = delinquente e stupratore coinvolge giornali seri e addirittura insospettabili ex sindacalisti. Addirittura il sindaco di Bologna, Cofferati, ha rilasciato un intervista importante al Corriere della Sera nella quale spiega che" il difetto della sinistra italiana è quello di non occuparsi abbastanza di legalità, e di preferire a questo principio - valore classico del movimento operaio - altri principi, come solidarietà ed eguaglianza".
Che lo stupro sia una cosa indegna è fuori dubbio, che lo stupro in via ripamonti sia stato commesso da giovani teppisti rumeni è assodato, e che l'illegalità porti alla legge del taglione è altrettanto ovvio.
Ma lo stupro è caratteristica di ogni giovane rumeno albanese o marcchino?
No, per nessun motivo. Si tratta solo di luoghi comuni ....luoghi comuni su cui fa leva una certa politica !
I dati dicono che in Italia vengono denunciati sette o otto stupri al giorno e probabilmente ne vengono commessi dieci volte di più, quindi almeno settanta stupri ogni 24 ore.
E allora per quale motivo vengono concentrate tutte le informazioni su un solo stupro?
Per il semplice motivo che questo stupro è stato commesso - forse - da un extracomunitario.
E' evidente che la notizia sta nella rarità dell'evento. Le statistiche dicono che gli stupratori abituali sono quasi tutti italiani, bianchi e in grande maggioranza parenti o amici o fidanzati delle vittime. Di certo, di assolutamente certo si sa una sola cosa: che la totalità degli stupratori è di sesso maschile!
Allora seguendo la logica della stampa della politica secondo cui ad ogni stupro devono seguire retate a pioggia di nomadi ed extracomunitari perchè non facciamo una retata di maschi ? sicuramente finirebbero sgomberati o incarcerati anche qualche sindaco o qualche politico alla Prosperini . Ma ancor più provocatoriamente perchè noi maschi tutti non ci costituiamo insieme come stupratori ?

Il Mallinza

10 Comments:

At 12:02 PM, Anonymous Manu said...

Purtroppo caro luca anche qui nella tanto progressista Toscana le raccolte di firme contro gli zingari e l'odio xenofobo nei confronti degli extracomunitari è alquanto diffuso. Ho letto dei fatti di Milano e Bologna ed ho letto dei rumeni arrestati...non credo che Rumeni ed albanesi siano etnie di stupratori. Credo che la delinquenza comune (sulla quale poi non basterebbero 10 Blog per analizzarne i motivi) abbia da sempre il vizio di vessare i più deboli e quindi le donne.Senza contare gli uomini immobilizzati e costretti a rimanere inermi a guardare lo stupro della propria ragazza. Purtroppo hai centrato il fatto, in italia si stuprano molte sorelle cugine e amiche ma la stampa con una camapgna senza eguali da risalto solo ai casi in cui lo stupro è eseguito da extracomunitari. Io mi chiedo e le altre? le altre donne che subiscono violenze dai mariti dai padri e dai cugini o addirittura dal branco di compagni di scuola? Di queste chi si occupa? Io mi chiedo quanto questa stampa maccheronica possa dormire sonni tranquilli di fronte a tanta codardia! NON SIA MAI CHE NOI ITALIANI ABBIAMO AL NOSTRO INTERNO IL CANCRO DELLA CRIMINALITA E DELLA VESSAZIONE!
Io ormai ho rinunciato a leggere i giornali sono solo strumenti nelle mani di un regime di stolti

 
At 9:54 AM, Anonymous Fede said...

Beh cari Luca e Manu torniamo al vecchio discorso trito e ritrito sull'eliminare il sublime.
Mi sembra chiaro leggendo i vostri due post che siamo tornati alle nostre vecchie disquisizioni.
Dunque il sublime:
A volte sublimare è un gesto in gradodi portare all'estremo il nostro io più sconosciuto e quindi (come ad esempio nelle forme artistiche)è una cosa che funziona.
A volte però il sublime porta anche ad eliminare ogni forma di ragionamento , una sorta di tabula rasa sopra cui navigano solo sentimenti istintivi.
Lo stesso Bourke descriveva da inviato la rivoluzione francese come un "Mostro a tre teste" in grado di fagocitare ogni forma di pensiero. Ricordate la reazione al crollo dele twin tower? non ci fu alcuna analisi su quel che aveva potuto portare a tanto odio verso un paese imperialista : le immagini di due monumenti che si maciullavano al suolo e dei corpi straziati e buciati portarono solo il grido unanime di :alla guerra! alla guerra!
I morti di Nassyria non portarono assolutamente ad un grido unanime di rifiuto della guerra come follìa collettiva in grado di produrre solo morte e disperazione;anzi portarono una sorta di nazionalismo e di rispettoso proto orgoglio nazionale (sono orgoglioso di ci è morto così)
In questo senso ora succede la stessa cosa i giornali riportano notizie apocalittiche sull'immigrazione simile ad un ricettacolo di delinquenza , stupri, quindi pericolo oggettivo per le oneste famiglie italiche e tutta quanta la reazione popolare scatta sull'attenti e di nuovo: alla guerra alla guerra!
Forse è il caso di dire ancora una volta che il sublime se modellato e manovrato può divenire una forma pericolosissima . Quindi proporrei di eliminare del tutto il sublime in quanto figlio di un emozione e non di un lucido ragionamento (Kant docet) e di tornare a ragionare e ad analizzare in forma illuminata .

 
At 2:12 PM, Anonymous lalla said...

Si vabbè fede : eliminare il sublime e tornare a ragionare in forma illuminata mi pare impossibile se la potenza dei media è così forte e viene manipolata in questo modo!
Al di là della riflesione fiosofica interessante quel che tu proponi è realizzabile solo tramite un rivoluzione globale.

 
At 3:58 PM, Blogger lucapap said...

Oi
ma dare una scorciata del 50/70 percento ai post ?
Non per altro, ma un monitor non e' un pezzo di carta.
Mi bruciano gli occhi.

Luca che scrive poco.

 
At 11:05 AM, Anonymous lalla said...

Caro lucapap i post sono lunghi perchè il moderatore nonchè proprietario del blog è un logorroico (e credo che tu lo conosci bene) e a lui va bene così...percui se lascia libertà di scrivere noi si scrive :-)

 
At 12:00 PM, Blogger lucamallinza said...

Scusate intervengo io...

Il mio amico Lucapapaleo è un uomo di poche parole e percui gradisce i post più corti anche se non gli bruciassero gli occhi (che poi gli bruciano per il lavoro che fa).Lui è fatto così e fa bene a dirlo. Inoltre è molto rigido sulle regole informatiche qesto il suo lato più bello.
Qui però io scrivo molto senza pormi limiti come nella vita parlo molto senza pormi limiti ,quindi non posso permettermi di chiedere post più corti.
Del resto io non essendo un fanatico della rete e non essendo nemmeno uno che ci lavora a differenza di tutti voi me ne fotto della NETIQUETTE e delle regole di come si scrive una mail un post o qualsiasi altra cosa (tutto sintetico ed io odio la sintesi) proprio perchè sono regole che non mi riguardano.
Percui chiunque si esprima come ritiene più adeguato qui sopra....
Del resto chi non vuole leggere i post troppo lunghi può non farlo.
E anche chi vuole criticarli perchè troppo lunghi può farlo :-)

Un abbraccio sopratutto al mio omonimo lucapap

 
At 2:18 PM, Blogger lucapap said...

ma guarda che non era roba da netiquette ...

mi bruciano proprio gli occhi

lungi da me la rigidita' su questo fronte

 
At 10:17 AM, Blogger lucamallinza said...

ce credo luica che ti bruciano gli occhi ma sai che io sonon uno che si dilunga...

 
At 12:15 PM, Anonymous Anonimo said...

io noin riesco a leggere tutte le cosa postate da lucamallinza perchè lunghissime.
Almeno prima leggevo solo i post ma ora è impossibile.....
Ha ragione lucapap ! non fatevi prendere dal virus di lucamallinza e date un taglio del 70 per cento ai post ...hi hi hi

 
At 11:21 PM, Anonymous cantacrauz said...

oh leso d'un leso!!!!
qui non è questione di bruciarsi gli occhi e nemmeno di netiquette.
ma come cazzo fai a scrivere così tanto e pretendere che la gente non si bruci le palle?????
(vedo che hai tanti comments quindi tanti riescono a leggerti tutto... ma vedo anche che sono tutti degli imperturbabili logorrosi)
OH RIPIGLIATEVI e cercate di farvi leggere anche in maniera un pochino più volante

 

Posta un commento

<< Home