martedì, giugno 07, 2005

NARRARE

In questo week end sono stato a Trento . Ho partecipato ad un seminario di Mirko Artuso sul teatro narrazione.E stato un viaggio bellissimo.
Ho vissuto tre giorni sospeso tra la magia di 13 persone che raccontavano storie.
Storie di guerra storie e di follia (cosa è la guerra se non una follìa collettiva?)
Storie tratte da Mario Soldati , Remarque,Agotha Kristoff,Mario Rigoni Stern, Omero (Iliade).
Storie narrate ad alta voce o sussurrate all'orecchio , storie disegnate nel cielo con le estremità del nostro corpo come prolungamento della nostra vocalità e poi riprese a piene mani e donate al nostro compagno di viaggio pezzo per pezzo.
E stato un racconto simile ad un cammino collettivo, è stato un bagno di emozioni, è stato un training sensoriale ed infinito fatto di abbracci ed appoggi .
Ho vissuto in un atmosfera carica di Emozioni con grande intesa tra tutti gli allievi ed ho riscoperto un mondo ed una sensibilità dentro di me che credevo morta e sepolta.
Oggi lentamente sto ritornando alla mia quotidianità fatta di piccole nevrosi ma sento che qualcosa dentro di me sta continuando a mutare.
Mi sento sensibile estremamente sensibile e la cosa un po' mi terrorizza ma non mi fa scappare.
Forse, per tornare al precedente articolo , a volte le cose belle sono dentro di noi e basta solo togliere il tappo.

Un abbraccio

Il Mallinza

7 Comments:

At 3:22 PM, Anonymous Dr_stone said...

luchino bello, ti invidio

 
At 4:59 PM, Anonymous Manu said...

Luca ma da quando fai queste cose così belle?da quando me ne sono andata io da milano la solita sfortunata.
Mirko Artuso quello del teatro settimo di Gabriele Vacis e che lavora con Marco Paolini? ma sei diventato un attore serio? dimmi come si fa a fare questi seminari....Bacio

 
At 6:15 PM, Anonymous Fede said...

Allora il mallinza scrive sempre in forma aulica però poi sicuramente sarà andato a Trento solo perchè c'erano delle "fighette" da coltivare...scusate signorine di questo blog per il termine fighette ma quel porco del mallinza io lo conosco bene

Muchela de fa' el poeta!
:-)

 
At 6:17 PM, Anonymous Dr_stone said...

ahahaha sgamatissimo DIGGEI!!!

 
At 4:37 PM, Anonymous Anonimo said...

alle 4:52am un "uomo" della tua età dovrebbe dormire... :)

 
At 1:37 PM, Anonymous lalla said...

Luca ma cosa c'entra Agotha Kristoff con Mario Rigoni Stern , Mario Soldati e Reamarque? Cioè non vorrei essere polemica ma questi sono tutti scrittori che parlano di guerra di ritorni a casa per non parlare poi dell'Iliade la madre di tutte le guerre....non riesco a capire come c'è la avete incastrata.

Bacio

 
At 3:06 PM, Blogger lucamallinza said...

lalla sto imparando che nel teatro non c'è troppo da capire...c'è solo da fare. Non devi fare mille ragionamenti devi abbandonarti e stare sul palco.
Agotha Kristoff ce l'abbiamo incastrata e basta e non a caso ci stava molto bene:-). Magari se avessimo pensato che non c'entrava nulla non ce l'avremmo messa e sarebbe stato un peccato visti i risultati.

 

Posta un commento

<< Home