venerdì, dicembre 09, 2005

UBRIACATEVI

Ubriacatevi

Bisogna essere sempre ubriachi.
Tutto sta in questo: è l'unico problema.
Per non sentire l'orribile fardello del tempo che rompe le vostre spalle e vi inclina verso la terra, bisogna che vi ubriachiate senza tregua.
Ma di che? di vino, di poesia o di virtù, a piacer vostro.
Ma ubriacatevi.

E se qualche volta, sui gradini d'un palazzo, sull'erba verde d'un fossato, nella mesta solitudine della vostra camera, vi risvegliate con l'ubriachezza già diminuita o scomparsa, domandate al vento,all'onda, alla stella, all'uccello, all'orologio, a tutto ciò che fugge, a tutto ciò che geme, a tutto ciò che ruota, a tutto ciò che canta, a tutto ciò che parla, domandate : Che ora è.

Ed il vento, l'onda,la stella, l'uccello, l'orologio, vi risponderanno:
E'l'ora di ubriacarsi! per non essere gli schiavi martirizzati del tempo
Ubriacatevi;
Ubriacatevi senza smettere! di vino, di poesia o divirtù, a piacer vostro.

C. Baudelaire

5 Comments:

At 2:26 PM, Anonymous Fede said...

Bellissima poesia .....il solito intellettuale a volte borghese spesso snob e pure un po' terzomndista che sta sempre imbriaco......

vedo che il tuo blog fa successo

Vedi di sfruttarlo e non fare il buffoncello :-)

Ciao anche a lucapap e santacrausi

 
At 11:44 AM, Anonymous Sara said...

bene bene bene
MA BELLA DOC!!!!!!!!!
che lezione spettacolo ieri sera, eh??
aspetto con ansia una serata CAVE nei tuoi 65mq
baci
Billie

 
At 10:05 AM, Anonymous Pau said...

Ehi Baudelaire!
Bella la poesia ...
Ma cosa è questa storia della lezione spettacolo ?
Racconta un po'.....
e questa sara che ti chiede una serata Cave nei tuoi 65 mq??????
Che è un messaggio in codice?
Cioè che state a combinà ahò??????
Comunque baudelaire ha ragione!
eccome se ha ragione!

 
At 10:07 AM, Anonymous Francesca said...

OH OH OH OH!!!!!

Il nostro dolce luchino in

serata Spleen vedo !!!!


Cosa è il natale?

 
At 10:19 AM, Anonymous Ramones said...

I saw the best minds of my generation destroyed by madness, starving hysterical naked,

dragging themselves through the negro streets at dawn looking for an angry fix,

angelheaded hipsters burning for the ancient heavenly connection to thestarry dynamo in the machinery of night,

who poverty and tatters and hollow-eyed and high sat up smoking in the supernatural darkness of cold-water fiats 'doating across the tops of cities contemplating jazz,

who bared their brains to Heaven under the El and saw Mohammedan angels staggering on tenement roofs illuminated,

who passed through universities with radiant cool eyes hallucinating Arkansas and Blake-light tragedy among the scholars of war,

who were expelled from the academies for crazy & publishing obscene odes on the windows of the skull,

who cowered in unshaven rooms in underwear, burning their money in wastebaskets and listening to the Terror through the wall,

who got busted in their pubic beards returning through Laredo with a belt of marijuana for New York,

who ate fire in paint hotels or drank turpentine in Paradise Alley, death, or purgatoried their torsos night after night,

with dreams, with drugs, with waking nightmares, alcohol and cock and endless balls,

incomparable blind streets of shuddering cloud and lightning in the mind leaping toward poles of Canada & Paterson, illuminating all the motionless world of Time between,

Peyote solidities of halls, backyard green tree cemetery dawns, wine drunkenness over the rooftops, storefront boroughs of teahead joyride neon blinking traffic light, sun and moon and tree vibrations in the roaring winter dusks of Brooklyn, ashcan rantings and kind king light of mind.....


HOWL (Allen Ginsberg)

Buona settimana luchino

 

Posta un commento

<< Home